Test: Nuance Power PDF, completo e conveniente

Il programma ha un obiettivo molto ambizioso: proporre una reale alternativa ad Adobe Acrobat per l’impiego in ufficio.

Anche se è un prodotto nuovo, Power PDF ha una lunga storia alle spalle: Nuance, infatti, da tempo aveva in catalogo PDF Converter, un ottimo programma per esportare e convertire Pdf verso altri formati modificabili. Col passare del tempo e il succedersi delle versioni questo software era cresciuto notevolmente, aveva guadagnato nuovi strumenti ed era diventato sempre più un pacchetto tuttofare: la versione 8, recensita sul numero 261 di PC Professionale, aveva completato l’evoluzione introducendo le funzioni di manipolazione dei testi e degli altri elementi presenti nelle pagine. La denominazione Converter era quindi superata, e rischiava anzi di fuorviare il potenziale acquirente, perché il programma svolgeva molte altre funzioni oltre alla conversione. PDF Converter, inoltre, aveva un’interfaccia utente cresciuta in modo poco ordinato nel corso del tempo, e ormai superata.

Nuance ha quindi deciso di ripensare il programma, ridisegnandone i flussi di lavoro e dotandolo di una nuova interfaccia. Il risultato di questo sforzo è Power PDF, offerto nelle versioni Standard ed Advanced, eredi rispettivamente delle precedenti edizioni Professional e Enterprise (da notare che Power PDF Advanced è disponibile anche come singola licenza, mentre PDF Converter Enterprise era acquistabile solo a partire da cinque licenze). Power PDF è un progetto ambizioso: il suo obiettivo dichiarato è di essere un’alternativa concreta ad Acrobat, in particolare negli uffici e nelle aziende.

Nuance PDF 01

Il prodotto di Adobe, infatti, offre ancora oggi un’interfaccia e una struttura poco amichevole per gli utenti business: è stato progettato da un’azienda specializzata nella grafica, ed è ottimizzato in particolare per i professionisti dell’editoria e della stampa. Offre quindi funzioni specialistiche e ha un’impostazione totalmente diversa rispetto ai programmi di produttività  a cui sono abituati gli utenti comuni. Proprio questa è la scommessa di Nuance: proporre un prodotto completo, con una dotazione di funzioni tale da non far rimpiangere Acrobat (che rimane la pietra di paragone del settore) ma capace di offrire un ambiente più intuitivo e amichevole per gli utenti casalinghi e aziendali. Per ottenere questo risultato Nuance ha puntato sull’interfaccia Ribbon, la barra multifunzione presente in tutte le applicazioni di Microsoft Office e – da Windows 8 – anche nel sistema operativo. Questa impostazione risulta molto efficace, fin dai primi minuti d’uso: le funzioni e gli strumenti sono organizzati in maniera intuitiva e razionale, e sono facili da raggiungere anche per chi usa il programma per la prima volta.

Alcuni dettagli dell’implementazione avrebbero potuto essere rifiniti meglio: nonostante l’interfaccia cerchi di ricalcare esattamente il Ribbon di Microsoft, in realtà  si notano alcune diversità  (il carattere della barra del titolo, i pulsanti della barra di accesso rapido e molti altri piccoli dettagli). Le differenze, comunque, sono solo cosmetiche: anche se ci si accorge di non essere all’interno di Office, rimane l’impostazione razionale e l’ottima organizzazione delle funzioni.

➜ Continua a leggere: Nuance Power PDF

1
2
3
4

Nessun Articolo da visualizzare