twitter-acquisito-big-player

Anche Twitter sarà  acquisito da qualche big player?

Non si sono ancora placati del tutto i commenti e le previsioni circa il futuro di LinkedIn dopo l’acquisizione di Microsoft che, ora, un altro social network finisce sotto i riflettori: stiamo parlando di Twitter. Il social dei cinguettii, infatti, nel giro di circa tre anni ha registrato una perdita della sua capitalizzazione di circa il 75 percento, considerando che è passato dai 40 agli attuali (circa) 10 miliardi di dollari di valore.

Il primo segnale di come il mercato possa credere in una potenziale acquisizione da parte di un big player, si è registrato in borsa: il solo annuncio dell’acquisto di LinkedIn da parte di Microsoft, infatti, ha spinto le azioni della società  di Jack Dorsey in territorio positivo – con un incremento del 4 percento – a fronte della performance negativa che il titolo stava registrando prima della notizia dello shopping da parte di Redmond.

In casa Twitter, le cifre sulle performance del social non sono molto esaltanti: San Francisco ha infatti registrato un incremento degli utenti pari al 3 percento nel primo trimestre 2016. Sebbene sia un primo timido segnale di ripresa, considerando come il quarto trimestre 2015 aveva fatto segnare una stagnazione degli iscritti, il trend di popolarità  non è certo paragonabile a quello degli altri principali competitor.

Nonostante tutto, il social network di Jack Dorsey può comunque vantare una base utenti consistente, e inoltre, può contare sulla sua particolare identità  all’interno del mondo dei social. Certo a questo punto per un vero e proprio rilancio, probabilmente, servirebbe la spinta di qualche big player: ma chi potrebbe acquistare Twitter? Microsoft potrebbe mettersi nuovamente in campo? Oppure potrebbe farlo Big G?

Gli analisti sono comunque concordi nel ritenere che l’acquisizione di Linkedin da parte di Microsoft sia solo la prima grande operazione finanziaria di questo 2016.

Nessun Articolo da visualizzare