twitter-taglio-9-percento-dipendenti

Twitter: la trimestrale si chiude con 102 milioni di perdite

Qualche giorno fa vi avevamo dato un’anticipazione di Bloomberg, secondo la quale il social network dei cinguettii si apprestava a licenziare centinaia di dipendenti: oggi, Twitter ha pubblicato i risultati trimestrali, mettendo in evidenza una perdita di 102 milioni di dollari (o 15 centesimi per azione), nonostante l’incremento dei ricavi e la crescita degli iscritti alla piattaforma, e ha confermato che verrà  taglio il 9 percento dei dipendenti.

Chiusa la parentesi dell’acquisizione – almeno secondo quanto reso noto finora – nella terza trimestrale 2016 è messo in evidenza il dato dei 317 milioni di iscritti alla piattaforma (contro i 315 milioni previsti), in crescita di 4 milioni rispetto al secondo trimestre.

A livello di introiti pubblicitari (che rappresentano il 90 percento delle entrate), Twitter ha fatto segnare un incremento del 6%, per un totale complessivo di 545 milioni di dollari: il trend della crescita è continuato, sebbene sia rallentato rispetto ai trimestri precedenti (il secondo si è chiuso con +18% e il primo con +37%), mentre i ricavi totali sono pari a 616 milioni di dollari.

Saranno quindi circa 300 le persone toccate da questa politica di riduzione del personale del social network.

Nessun Articolo da visualizzare