Gli aggiornamenti arrivano tramite i worm “buoni”

Microsoft ResearchI ricercatori di Microsoft stanno elaborando nuove strategie per la distribuzione degli aggiornamenti software e pensano di sfruttare algoritmi epidemici, molto simili a quelli utilizzati dai worm, i virus che si diffondono tramite auto-replicazione.

Questo progetto è stato presentato da Milan Vojnovic e dai suoi colleghi ricercatori della sezione di Cambridge di Microsoft Research, al New Scientist, una rivista internazionale che si occupa di scienze. Secondo Milan si tratta di un approccio molto interessante, che potrebbe rendere più veloce e semplice la distribuzione, riducendo il carico complessivo della rete. Gli algoritmi su cui stanno lavorando i ricercatori Microsoft prevedono l’uso di un meccanismo di ricerca dei nuovi computer particolarmente efficiente, che può ridurre notevolmente il traffico complessivo sulla rete locale.

Secondo il ricercatore inglese questa ricerca può portare a un secondo importante risultato: studiando i meccanismi di diffusione dei worm si può infatti comprenderne meglio il funzionamento e si possono preparare contromisure più efficaci per bloccare le infezioni maligne.

Nessun Articolo da visualizzare