Windows

Le novità  di Luminar Neptune e lo sconto di 10 euro per i nostri lettori

Giorgio Panzeri | 21 Giugno 2017

Macphun ha aggiornato il proprio software fotografico Luminar, che passa dalla versione Pluto (1.1) a quella Neptune (1.2). Luminar è […]

Macphun ha aggiornato il proprio software fotografico Luminar, che passa dalla versione Pluto (1.1) a quella Neptune (1.2). Luminar è sicuramente tra le migliori alternative a Lightroom di Adobe per la modifica delle foto. Anzi, visto che una delle pecche del programma è la gestione delle raccolte fotografiche, il software può essere usato come plugin di Lightroom per la modifica delle foto.

Una delle caratteristiche interessanti di Luminar è che il software può essere usato sia da utenti inesperti di ritocco fotografico sia dai più esperti. Luminar è un editor di immagini con una sostanziale differenza rispetto ai concorrenti: non si vedono tutti gli strumenti contemporaneamente ma si utilizza “spazi di lavoro” contenenti solo gli strumenti necessari per manipolare diversi tipi di fotografia.

 

Ecco in breve le novità  di Neptune:

luminar-options

La modifica dell’interfaccia utente: al primo avvio il programma chiede per che cosa si userà  Luminar. Sono disponibili tre scelte: per il foto editing intuitivo; per il miglioramento delle immagini facile e veloce (dedicato a chi è meno esperto e lavorerà  soprattutto con i preset); per la manipolazione avanzata delle immagini.

schermata-2017-06-21-alle-11-47-09

Nuovi filtro Accent: un nuovo filtro basato sull’intelligenza artificiale in grado di migliorare complessivamente i parametri delle immagini per creare foto mozzafiato con un solo movimento e sfruttando il potere di decine di filtri.

schermata-2017-06-21-alle-11-48-39

Spazio di lavoro Quick & Awesome: una nuova area di lavoro costituita dai filtri Accent AI, Saturation & Vibrance (per la gestione dei colori della foto) e Clarity (per migliorare la definizione). Il nuovo spazio di lavoro va ad affiancarsi ai già  presenti: Essenziale; Bianco e nero; Panorama; Ritratti e Street.

schermata-2017-06-21-alle-11-49-05

L’integrazione dei plug-in della Creative Kit (Intensify, Tonality, Snapheal, FX Photo Studio, Focus Pro, Noiseless) e di Aurora HDR 2017: permettono l’accesso agli altri strumenti di editing degli altri applicativi fotografici di Macphun che però devono essere installati sullo stesso computer

schermata-2017-06-21-alle-11-52-15

Spazzola, sfumatura e gradienti radiali: nuovi strumenti per l’editing selettivo di una parte della foto senza dover lavorare con le maschere.

schermata-2017-06-21-alle-11-49-42

Aggiornamento del tool di Crop: è ora possibile specificare rapporti di taglio personalizzati.

schermata-2017-06-21-alle-11-50-59

Vignettatura: il nuovo filtro permette di personalizzare la vignettatura, selezionando il centro, decidendo se deve essere effettuata prima o dopo il crop, fornendo una maggior flessibilità  a questo strumenti di initura delle foto.

 

Gestione della memoria: l’ottimizzazione dell’applicazione a permesso un aumento di cinque volte delle prestazioni complessive lavorando con file di grandi dimensioni e più immagini aperte contemporaneamente.

Le potenzialità  di Luminar Neptune sono molte e il programma è tra i più potenti per l’elaborazione veloce e intuitiva delle foto. Non è un software di gestione delle proprie gallerie fotografiche ma di manipolazione e può essere usato come plugin di Lightroom.

Luminar Neptune è attualmente disponibile per Mac a 59 euro. Entro fine anno arriverà  anche la versione per Windows 10. Per i lettori di PC Professionale il software può essere acquistato con uno sconto di 10 euro (e quindi a soli 49 euro) applicando il codice di sconto PCPROFESSIONALE quando si arriva al pagamento (sconto valido anche con l’offerta attualmente in corso sul sito di Macphun).

windows 10 21h1 novità

Software | Windows

Windows 10 21H1 è ufficiale: tutte le novità in arrivo

Martina Pedretti | 18 Febbraio 2021

Inizia ufficialmente la fase beta dell’aggiornamento Windows 10 21H1: ecco tutte le novità, in arrivo per tutti i PC supportati

A partire dal 18 febbraio 2021, sarà introdotto Windows 10, versione 21H1. L’azienda ha deciso di aggiornare il sistema operativo, per aiutare gli utenti a organizzare il lavoro da remoto con produttività. Si tratta di un update H1, e quindi della prima parte dell’anno, che arriverà in modo ottimizzato utilizzando la tecnologia di manutenzione, continuando la cadenza di aggiornamento delle funzionalità semestrale.

Basandosi sul feedback ricevuto in questo anno di lavoro a distanza, Windows 10 21H1 si focalizzerà soprattutto sulla sicurezza e sull’accesso da remoto. Queste nuove funzioni si basano su ciò che gli utenti usano di più durante la loro esperienza con i dispositivi Windows. Si tratta di un aggiornamento molto atteso, che però non è particolarmente sostanzioso. John Cable, Vice President e Program Management per Windows Servicing and Delivery di Microsoft, ha chiarito che l’attuale situazione legata alla pandemia non ha aiutato il rilascio della nuova versione di Windows 10. Infatti entro fine anno ha promesso un aggiornamento più grosso.

Windows 10 21H1 novità

Windows 10 21H1 oltre a sicurezza e all’accesso remoto, offre novità in campo Windows Hello e altre funzionalità. Ecco le novità di maggiore impatto:

  • Supporto multicamera per Windows Hello per scegliere una fotocamera prioritaria quando si usano display con fotocamera integrata;
  • Miglioramenti delle prestazioni di Windows Defender Application Guard, inclusa l’ottimizzazione dei tempi dello scenario di apertura dei documenti;
  • Criteri di gruppo (GPSVC) di Strumentazione gestione Windows (WMI) offrirà prestazioni migliori per supportare al meglio chi svolge un lavoro da remoto.

I clienti con Windows 10, versione 2004 o 20H2, che scelgono di eseguire l’aggiornamento alla nuova versione, avranno un’installazione rapida. Questo perché l’aggiornamento verrà installato come un aggiornamento mensile. Per gli utenti provenienti da versioni di Windows 10 precedenti all’aggiornamento di maggio 2020 (versione 2004), il processo verso la versione sarà lo stesso di prima. Funzionerà in modo simile alla precedente modalità di aggiornamento di Windows 10. Poiché questa versione di Windows 10 è prevista per la prima metà del 2021, tutte le edizioni di Windows 10 21H1 riceveranno 18 mesi di assistenza.

La build 21H1 sarà rilasciata prima per Windows Insider nel canale Beta oggi. Nuove funzionalità saranno offerte nelle future build non appena saranno pronte. La distribuzione ufficiale di Windows 10 21H1 inizierà più avanti nella prima metà del 2021. L’azienda fornirà ulteriori informazioni sul rilascio e su come ottenerlo più ci si avvicina alla data.

Come fare parentesi quadre su Windows come fare parentesi quadre su mac come fare parentesi graffe su Windows come fare parentesi graffe su Mac

Windows

Come fare parentesi graffe e quadre su Windows e Mac

Martina Pedretti | 6 Gennaio 2021

Apple Windows

Come fare parentesi graffe e parentesi quadre: le soluzioni per Windows e Mac Quando si scrive può capitare di avere […]

Come fare parentesi graffe e parentesi quadre: le soluzioni per Windows e Mac

Quando si scrive può capitare di avere necessità di digitare delle parentesi. Fino a che si tratta delle parentesi tonde, il problema non si pone. Chi però scrive testi scientifici o si occupa di questioni che vanno al di sopra del normale livello di utilizzo di un programma di videoscrittura potrà avere la necessità di inserire anche altri tipi di segni tipografici. La domanda, allora, sorge spontanea. Come fare parentesi graffe e quadre su Windows e Mac?

Potrà sembrarvi una questione piuttosto scontata, ma la verità è che davvero moltissime persone non riescono a fissare nella propria mente la sequenza di tasti da premere per far comparire le parentesi graffe o quadre. Ecco, allora, come fare!

Come fare parentesi quadre su Windows

Come fare parentesi quadre su Windows

Come fare parentesi quadre su Windows

Andiamo per gradi e iniziamo dalle parentesi quadre. Sul sistema Windows la combinazione è piuttosto semplice. Vi basterà tenere premuto il tasto ALT GR e poi premere su quello che contiene il simbolo della parentesi quadra aperta o chiusa, a seconda dei casi.

Il tasto ALT GR si trova a destra della barra spaziatrice mentre quelli dedicati alle parentesi seguono la P.

Come fare parentesi graffe su Windows

Come fare parentesi quadre su Windows come fare parentesi quadre su mac come fare parentesi graffe su Windows come fare parentesi graffe su Mac

Come fare parentesi graffe su Windows

Per le parentesi graffe il procedimento è molto simile. Vi basterà aggiungere alla combinazione precedente il tasto SHIFT. La combinazione, dunque, diventa ALT GR + SHIFT + i tasti parentesi.

Lo Shift è presente sia sul lato sinistro che su quello destro della tastiera, rispettivamente sotto Caps Lock e Invio.

Vedrete, dunque, che far comparire i simboli di cui avete necessità sarà estremamente semplice.

Se però state scrivendo su Word e non ricordate le combinazioni da tastiera, c’è un altro modo per inserire i vostri simboli.

Come fare parentesi graffe e quadre su Microsoft Word, OpenOffice Writer e LibreOffice

Come fare parentesi quadre su Windows come fare parentesi quadre su mac come fare parentesi graffe su Windows come fare parentesi graffe su Mac

I simboli di Microsoft Word

Se non ricordate le combinazioni dei tasti che vi abbiamo appena descritto, Word e gli altri programmi di videoscrittura più noti danno la possibilità di visualizzare una console che presenta diversi simboli al suo interno. Con un semplice doppio click, o premendo sul tasto Inserisci dopo averlo selezionato, sarà possibile inserire il segno grafico necessario, comprese le parentesi quadre e graffe.

Per visualizzare la maschera, sia su sistema operativo Windows che su Mac vi basterà:

  • Microsoft Word: andare nella scheda Inserisci e individuare sulla destra la voce Simbolo.
  • OpenOffice Writer: cliccare su Inserisci e successivamente su carattere speciale
  • LibreOffice Writer: cliccare su Strumenti e selezionare Simbolo

E per quanto riguarda il Mac?

Come fare parentesi quadre su Mac

Come fare parentesi quadre su Windows come fare parentesi quadre su mac come fare parentesi graffe su Windows come fare parentesi graffe su Mac

Come fare parentesi quadre su Mac

Anche in questo caso si parla di semplici combinazioni di tasti. Per le parentesi quadre non dovrete far altro che cliccare il tasto OPTION, che trovate a entrambi i lati della barra spaziatrice, e il tasto delle parentesi al fianco della lettera P

Come fare parentesi graffe su Mac

Come fare parentesi quadre su Windows come fare parentesi quadre su mac come fare parentesi graffe su Windows come fare parentesi graffe su Mac

Come fare parentesi graffe su Mac

Alla precedente combinazione, per fare le parentesi graffe su Mac, vi basterà aggiungere il tasto SHIFT, come nel caso di Windows. La nuova combinazione sarà SHIFT + OPTION + i tasti delle parentesi. Niente di più facile, non credete?

windows 7 milioni utenti usano

News | Software | Windows

Windows 7 è ancora usato da milioni di utenti sui loro PC

Martina Pedretti | 4 Gennaio 2021

Windows 7 non riceve aggiornamenti da gennaio 2020, ma ancora 100 milioni di utenti Microsoft lo usano sul proprio PC […]

Windows 7 non riceve aggiornamenti da gennaio 2020, ma ancora 100 milioni di utenti Microsoft lo usano sul proprio PC

A gennaio 2020, Windows 7 ha smesso di essere supportato sui dispositivi, ma nonostante questo ancora 100 milioni di utenti lo stanno utilizzando. Alcune aziende, prossime al passaggio a Windows 10, hanno pagato un’estensione del supporto della versione 7, per altri tre anni, ma molti privati continuano a usarlo.

I dati sono forniti dal sito web ZDNet, che comunque rincuora Microsoft, spiegando che da quando la versione Windows 7 è stata disattivata la percentuale di utenti che ne faceva utilizzo si è ristretta. Solo nel 200, 100 milioni di utenti hanno aggiornato il proprio PC, o scelto di passare a una nuova versione con supporto Windows 10.

Ormai è quindi trascorso un anno dall’ultima volta che Windows 7 ha ottenuto un aggiornamento. Nonostante questo almeno un quinto degli utenti Windows sta ancora utilizzando un sistema operativo obsoleto. In molti sembrano quindi non voler abbandonare un supporto che hanno imparato a conoscere bene. Forse perché riluttanti all’idea di dover ricominciare tutto dall’inizio con Windows 10.

Le altre percentuali di utenti Windows si concentrano in maggior parte su Windows 10, seguito dal 7 al secondo posto e poi dalla versione Windows 8/8.1. Ci sono poi ancora attivi computer che usano Windows XP, anche se si tratta di una percentuale dell 1%.

Non è possibile stimare con certezza il numero di utenti che ancora utilizzano Windows 7 sul loro PC. Le statistiche permettono di ipotizzare tuttavia che le installazioni del sistema operativo siano ancora attive per almeno 100 milioni di utenti. Tante persone dunque ancora nel corso del 2020 hanno sfruttato questa versione.

Per le aziende che hanno esteso il contratto di supporto di Windows 7, brutte notizie. Il costo annuale è raddoppiato e quindi, per non sostenere spese troppo alte, in molti dovranno presto volgersi al 10 e scindere il contratto triennale per l’estensione del 7.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.