Windows 7 sarà  scritto in ottica completamente multicore

Continuano le indiscrezioni sul lavoro in atto per la programmazione del prossimo sistema operativo di casa Microsoft che, seguendo molto più attentamente del passato le esigenze degli utenti, sembrano aprire la strada a un ottimo sistema operativo.

w7uc.jpg

Craig Mundie, Chief Research e Strategy Officer di Microsoft, afferma che la parte più nascosta di Windows, “Win32” sarà  in gran parte riscritta in ottica completamente multicore e multithreading. Finora infatti, con a disposizione “solo” due o quattro core, il sistema operativo è in grado di operare in maniera abbastanza efficiente ma non ne permette lo sfruttamento completo a livello di gestione.

Windows 7 supporterà  invece, in maniera nativa e controllata, un numero di core crescente secondo le strategie dei più grandi produttori. Per fare ciò andranno riscritte la maggior parte delle routine interne del sistema operativo, agendo contemporaneamente sullo stack per fare in modo che, a partire dal cuore del sistema, l’utilizzo di processori multicore porti miglioramenti prestazionali in ogni applicazione.

La sfida è però, in questo caso, quella di mantenere la compatibilità  con tutti i programmi scritti per Windows XP e Vista.

Per approfondimenti vi rimandiamo a questo indirizzo.

Nessun Articolo da visualizzare