Windows Phone vola in Europa

Borsa windows phoneSe da un lato i nuovi iPhone 5S e 5C non convincono gli europei, Windows Phone guadagna importanti fette di mercato. In sintesi, questo è il quadro tracciato dalla società  di ricerche Kantar Worldpanel ComTech che ha da poco pubblicato i dati di vendita degli smartphone relativi al terzo trimestre dell’anno.

Per quanto riguarda la situazione italiana spicca in modo netto il modo con cui Microsoft ha saputo intercettare i desideri dei consumatori, visto che il suo Windows Phone è balzato al secondo posto attestandosi al 16,1%. Un dato importante, certamente, che probabilmente nasce dal ritardo con il quale Apple ha portato i due nuovi smartphone sul nostro mercato, praticamente a rilevazione già  conclusa. Altrimenti non si spiegherebbe la perdita secca di oltre 8 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Occorrerà  aspettare la fine dell’anno prima di delineare un quadro preciso per Apple. Android si conferma il numero uno dei sistemi operativi per smartphone anche in Italia con il 68,8% del mercato.

In ambito Europeo, o meglio nei cinque mercati più importanti (Gran Bretagna, Germania, Francia, Italia e Spagna) la situazione non cambia di molto. Android guida il gruppo con quasi il 71% di market share seguito da Apple iOs (15,8%) che, pur avendo lasciato sul terreno il 5% rispetto allo stesso periodo del 2012, resta ancora il secondo sistema operativo per dispositivi mobili. Confermato il momento positivo di Windows Phone che, sebbene superi di poco il 10,2% del mercato, ha fatto registrare un incremento del 5,4% rispetto allo scorso anno.

Per Dominic Sunnebo, analista di Kantar Worldpanel ComTech,«In quasi tutti i mercati, il lancio di iPhone 5S e 5C ha consentito ad iOS di compiere un significativo balzo in avanti rispetto al mese precedente. Complessivamente però la quota di Apple rimane inferiore rispetto a quando è stato rilasciato l’iPhone 5», ha detto Sunnebo. «Il dato non giunge del tutto inaspettato perché i consumatori tendono a reagire in modo più positivo ai lanci “completi” piuttosto che agli upgrade come nel caso del 5C e il 5S», ha proseguito l’analista.

Tabella vendite smartphone

Eppure i nuovi annunci di Apple sono stati accolti in modo entusiastico in altri mercati. In Giappone, per esempio, dove l’iPhone è ora disponibile tramite NTT DoCoMo, il maggior carrier telefonico del Sol Levante, la quota di Apple ha raggiunto il 76,1% nel mese di ottobre. Bene anche negli Stati Uniti, dove la fetta di Apple ha raggiunto il 52,8% della torta. «Insomma, l’Europa continentale rimane l’area geografica più difficile per iOS, in particolare i mercati come l’Italia e la Germania, mentre in Gran Bretagna segna un andamento diverso. Dall’altra parte della Manica iOS detiene una quota pari al 28,7%, e le vendite vanno a gonfie vele grazie soprattutto all’iPhone 5S. Secondo i dati di Kantar a ogni iPhone 5C venduto corrisponderebbero più di tre iPhone 5S consegnati».

Insomma dalle prime analisi sembra che gli iPhone colorati e un po’ “plasticosi” non piacciano molto ai consumatori. Eppure sono assai funzionali alla strategia di Apple, visto che quasi la metà  dei proprietari di iPhone 5C arriva da marche concorrenti, in particolare Samsung e Lg. Giusto per farsi un’idea, l’80% di chi ha preferito un 5S era già  un “melafonista”.

Una nota infine sul buon momento di Windows Phone. Dai primi dati raccolti in Europa sembra che la crescita dell’Os di Microsoft faccia affidamento soprattutto su modelli di fascia bassa. In Gran Bretagna quasi tre quarti delle vendite di Nokia Lumia erano dispositivi entry level come il Lumia 520 e 620.

Nessun Articolo da visualizzare