News

Sony Ericsson: Vivaz Pro, Xperia X10 mini e X10 mini pro

silvia.ponzio | 15 Febbraio 2010

MWC Sony

Tre le novità  di rilievo del produttore nippo-svedese presentate al Mobile World Congress 2010, ci sono il Vivaz con tastiera […]

Tre le novità  di rilievo del produttore nippo-svedese presentate al Mobile World Congress 2010, ci sono il Vivaz con tastiera QWERTY, e due versioni compatte dell’Xperia X10.

Sony Ericsson Vivaz ProDopo il Vivaz, annunciato a gennaio, Sony Ericsson presenta un nuovo modello della stessa famiglia che include una tastiera QWERTY abbinata a uno schermo touch da 3.2 pollici 16:9  per offrire un’esperienza di messaggistica e intrattenimento ancora più intuitiva.

Le caratteristiche del Sony Ericsson Vivaz Pro sono quasi le stesse del modello precedente, quindi il design “human curvature“, il download di applicazioni dallo store  PlayNow e dalla Symbian Developer Community, l’accesso ai principali social network come Facebook e Twitter, e funzionalità  video HD (con video recording a 720p e upload su YouTube tramite Wi-Fi), solo che in questo caso la fotocamera è da 5.1 e non da 8.1 megapixel.

Completano la caratteristiche tecniche di questo modello il sistema Symbian S60 5th edition, processore da 720 MHz, l’A-Gps, memoria interna da 75 MB (espandibile fino a 16 GB tramite MicroSD), Wi-Fi e Bluetooth.

Il Sony Ericsson Vivaz pro sarà  disponibile a partire dal secondo trimestre nei colori Black e White.

Sony Ericsson Xperia X10 mini

Dimensioni invece ridotte per i discendenti diretti dell’Xperia X10: il “mini” (83 x 50 x 17 mm) e il “mini pro” (90 x 52 x 18 mm) con tastiera QWERTY a scorrimento. In entrambi casi lo schermo è un touchscreen da 2.55 pollici con a bordo il sistema operativo Android (versione 1.6) e la piattaforma UX (User eXperience) che combina funzionalità  dedicate all’intrattenimento con applicazioni personali e servizi di social media.

Completano la dotazione di questi “piccoletti”, una fotocamera da 5 megapixel con funzioni di video recording, Bluetooth, WiFi, e una memoria interna da  128 MB (espandibile fino a 16 GB tramite MicroSD).

Anche il Sony Ericsson Xperia X10 mini (Pearl White, Black, Pink, Lime, Red e Silver) e l’ X10 mini pro (Black and Red) saranno sul mercato dal secondo trimestre del 2010.

[nggallery id=125]

MWC 2021

News

MWC 2021 spostato da inizio marzo a fine giugno

Luca Colantuoni | 23 Settembre 2020

MWC

GSMA ha comunicato che Il Mobile World Congress 2021 di Barcellona, originariamente previsto per inizio marzo, si terrà dal 28 giugno al 1 luglio.

La GSMA, associazione che organizza l’evento di Barcellona, ha comunicato che il Mobile World Congress 2021 si terrà dal 28 giugno al 1 luglio 2021. L’importante fiera dell’industria mobile era inizialmente prevista per la prima settimana di marzo 2021, ma è stata posticipata per fronteggiare eventuali problemi dovuti al COVID-19. L’edizione di Shanghai è stata invece anticipata al 23-25 febbraio 2021.

Come tutti ricorderanno, il Mobile World Congress 2020 è stato cancellato in seguito allo scoppio della pandemia COVID-19. Nonostante le imponenti misure di sicurezza, gli organizzatori sono stati costretti ad annullare l’edizione di quest’anno, in quanto molte aziende (soprattutto cinesi) non avrebbe potuto raggiungere la città spagnola (era obbligatoria la quarantena di 14 giorni).

Prima della drastica decisione da parte della GSMA erano già arrivate le defezioni di molti produttori, tra cui LG, Nokia, Ericsson, Sony, Intel e NVIDIA. Quella del 2020 sarebbe quindi stata un’edizione in tono minore e probabilmente senza visitatori.

Il MWC 2021 era stato programmato per la prima settimana di marzo. La data era sembrata in effetti troppo ambiziosa. La decisione di posticipare la manifestazione a fine giugno (supportata da Ericsson e concordata con le autorità locali) è stata sicuramente saggia, considerato anche l’attuale aumento dei contagi in Spagna (oltre 10.000 in un giorno).

GSMA spiega che farà di tutto per garantire la massima sicurezza e offrire un’esperienza unica. Vista il numero elevato di richieste da parte delle aziende, gli organizzatori integreranno gli incontri fisici con eventi virtuali. Maggiori informazioni sul MWC 2021 verranno comunicate nei prossimi mesi. La speranza è che il virus sia definitivamente scomparso o reso innocuo dal vaccino.

Mobile World Congress logo

Smartphone

Il Coronavirus di Wuhan cancella il Mobile World Congress 2020

Alfonso Maruccia | 13 Febbraio 2020

MWC Smartphone

Per la prima volta nella sua storia, il Mobile World Congress di Barcellona di quest’anno non aprirà le sue porte alle aziende specializzate. L’epidemia cinese di coronavirus fa paura.

Il Coronavirus di Wuhan ha un nuovo nome scientifico, SARS-CoV-2, e tra le sue vittime eccellenti può ora contare l’edizione 2020 del Mobile World Congress (MWC): la fiera di Barcellona dedicata al mondo del mobile è stata ufficialmente cancellata, un evento senza precedenti che evidentemente segue una situazione sanitaria che continua ad aggravarsi.

La decisione di non aprire le porte della principale kermesse dell’industria mobile è stata comunicata in queste ore da GSMA, l’associazione globale degli operatori che tradizionalmente organizza e gestisce il MWC: le preoccupazioni mondiali sull’infezione da coronavirus cinese, i rischi di viaggio e “altre circostanze” rendono impossibile l’evento, recita il sito ufficiale.

Coronavirus di Wuhan

Con l’espressione “altre circostanze” GSMA fa forse riferimento alle defezioni importanti già registrate nei giorni scorsi, visto che colossi del calibro di LG, Ericsson, Sony, NVIDIA e Amazon avevano già fatto sapere di non voler più partecipare al MWC 2020 proprio a causa dell’epidemia di SARS-CoV-2 partita dalla regione cinese dello Wuhan.

E’ la prima volta nella storia del Mobile World Congress che la fiera annuale viene cancellata, e la decisione (comprensibile se non addirittura obbligata) di GSMA avrà ripercussioni importanti nel mercato mobile in quanto ad annunci, partnership e copertura giornalistica delle novità in arrivo nei prossimi mesi. Barcellona, la città che avrebbe dovuto ospitare l’evento, perde secondo le stime un giro di affari di 500 milioni di euro connesso all’afflusso di circa 100mila persone.

Come già avevano anticipato gli esperti, il Coronavirus di Wuhan è un problema di salute globale che è destinato a far sentire i propri effetti sull’economia, la finanza e forse la geopolitica ancora per lungo tempo. La mappa della Johns Hopkins University per il controllo in tempo semi-reale dell’infezione è stata in queste ore aggiornata con un significativo aumento dei casi di infezione confermati (oltre 60.000) e pazienti deceduti (1.369), una conseguenza del nuovo metodo di classificazione della malattia adottato dalle autorità cinesi.

Coronavirus di Wuhan

Smartphone

Mobile World Congress 2020 azzoppato dal Coronavirus di Wuhan

Alfonso Maruccia | 11 Febbraio 2020

MWC Smartphone

La nuova edizione della fiera mondiale del mobile dovrà fare a meno dei grandi nomi del settore: Sony, LG, NVIDIA e tanti altri non andranno a Barcellona per colpa della nuova epidemia di coronavirus partita dalla Cina.

L’edizione 2020 del Mobile World Congress (MWC) sarà molto diversa rispetto a quelle del passato recente: la fiera catalana del mobile, tradizionale palco di presentazione dei trend del prossimo futuro, dovrà rinunciare alla presenza di una parte dei colossi di settore a causa dell’epidemia cinese provocata dal nuovo Coronavirus di Wuhan.

Anche il MWC dovrà alla fine essere conteggiato tra le “vittime” di 2019-nCoV, una “pestilenza” virale che ha già fatto un migliaio di morti (su oltre 43.000 casi di infezione confermati) e che ha colpito una delle regioni più importanti per la produzione e l’assemblaggio di gadget e prodotti hi-tech in Cina.

Mappa aggiornata Coronavirus di Wuhan

Il numero di corporation che hanno deciso di cancellare la loro partecipazione al MWC 2020 è in questi giorni aumentato ancora, e ora include nomi del calibro di Sony, Amazon, LG, Ericsson e NVIDIA. Samsung, il maggior produttore di smartphone al mondo, andrà al MWC ma con una presenza “ridotta” rispetto ai piani iniziali.

L’associazione GSMA, da sempre organizzatrice della fiera spagnola, ha risposto alle nuove defezioni eccellenti confermando che al MWC 2020 saranno in ogni caso presenti più di 2.800 diversi espositori; l’organizzazione ha preso tutte le misure necessarie a evitare rischi alla salute di chiunque andrà a Barcellona.

L’edizione 2020 del Mobile World Congress avrebbe dovuto rappresentare un passo importante per l’arrivo delle nuove tecnologie mobile (5G, display pieghevoli) sul mercato, ma a quanto pare l’intero settore dovrà fare i conti con la crisi del Coronavirus di Wuhan sul medio periodo: le stime parlano di un crollo del 50% nelle vendite di smartphone nell’importantissimo mercato cinese.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.