Sony Vaio serie F: notebook 3D chiavi in mano

Il Vaio F21 è un potente rimpiazzo del desktop da 16″ con occhialini 3D inclusi. Ha una piattaforma Sandy Bridge e un’unità  ottica Blu-Ray.

Anteprima di Pasquale Bruno

Articolo tratto da PC Professionale 241 di aprile 2011

La dimensione di 16 pollici è relativamente recente sugli schermi da notebook: vuole essere un compromesso tra la compattezza di un 15″ e la comodità  di un 17″. Permette una risoluzione di 1.920 punti orizzontali senza pregiudicare troppo la leggibilità  dei font piccoli, mantenendo peso e dimensioni di tutto il portatile a un livello ancora accettabile. La destinazione d’uso rimane comunque quella del rimpiazzo del desktop; anche se più compatto di un 17″, un notebook del genere non è facilmente portabile in giro né può essere tenuto sulle ginocchia; trova sulla scrivania dello studio o sul tavolo del salotto la sua collocazione ideale.

È questo il caso del Vaio F21 di Sony, un potente centro multimediale casalingo dotato tra l’altro di tutto ciò che serve per il 3D. Ha un pannello Lcd a 120 Hz, un paio di occhialini attivi e un lettore Blu-Ray; a contorno troviamo un veloce processore Sandy Bridge e una scheda grafia Nvidia di ultima generazione. Il telaio è ampio (quasi 40 cm in larghezza) e presenta forme molto spigolose; dalla fotografia fatta di lato si notano bene gli angoli acuti della base e anche del monitor. La tastiera a isola è ampia e comoda, ha una retroilluminazione efficace e molto bella da vedere e dei tasti con una buona meccanica. Non ci piace la zona a contatto col palmo delle mani, con un inutile scalino tra gli elementi in plastica che alla lunga può dar fastidio. Il pad è ampio e collocato bene, ma l’abbiamo trovato un po’ impreciso.

La configurazione ricevuta in prova prevede un potente processore quad core Intel Core i7 2630QM, uno dei modelli con il miglior rapporto prezzo/prestazioni tra la nuova famiglia Sandy Bridge. Concordiamo con la scelta di Sony: un quad core, anche se “solo” a 2 GHz, ha prestazioni molto più alte rispetto a un dual core con frequenza di clock superiore. Ricordiamo che grazie alla tecnologia Turbo Boost la frequenza di questo Core i7 può innalzarsi da 2 a 2,9 GHz quando possibile. La Ram standard è di 8 Gbyte e giustamente il notebook viene venduto con Windows 7 Home Premium a 64 bit. Il disco Toshiba da 640 Gbyte ha spazio a sufficienza per la maggior parte delle esigenze multimediali ed è risultato sufficientemente veloce. Particolarmente interessante è l’unità  ottica di Pioneer, un masterizzatore Blu-Ray in grado anche di scrivere su supporti Bd-R e Bd-Re, anche di tipo dual layer. È un masterizzatore costoso e versatile, che ha un certo impatto sul prezzo finale. La dotazione accessoria è completa e utilizza componenti di qualità ; segnaliamo le due porte Usb 3.0, la porta i.Link (Firewire) e la webcam frontale da 1,3 Mpixel. La porta Hdmi è indispensabile per collegare un televisore di grande formato e godere al meglio dei filmati su Blu-ray. Il jack per la cuffia trasporta anche il segnale ottico S/Pdif, utile per collegare il proprio impianto Home Theater.

1
2

Nessun Articolo da visualizzare