Spotify all’attacco contro gli account pirata

La società che gestisce il più diffuso servizio di streaming musicale al mondo ha inviato un’e-mail ai suoi utenti Android sospettati di usare versioni non ufficiali della sua app per usufruire dei servizi premium senza pagare.

Spotify ha spedito una mail a un numero imprecisato di suoi utenti su Android, sospettati di utilizzare applicazioni pirata che consentono di sfruttare senza pagare le funzioni premium del servizio, come la possibilità di saltare le pubblicità, o di scaricare la musica sul proprio dispositivo. La mail in questione avviserebbe gli utenti che l’utilizzo di app pirata viola i termini e le condizioni d’uso di Spotify, pertanto questa condotta potrebbe portare anche alla sospensione dell’account, o alla sua cancellazione.

Spotify
Spotify ha avvertito alcuni utenti, sospettati di utilizzare app non ufficiali per aggedere gratutitamente ai servizi premium dell’app: le conseguenze dell’utilizzo di tali applicazioni non ufficiali potrebbero comprendere anche la sospensione o la cancellazione del proprio account.

Questa dovrebbe essere parte del testo della mail: “Abbiamo rilevato un’attività anomala sull’app che stai utilizzando, e pertanto l’abbiamo disattivata. Non preoccuparti – il tuo account Spotify è al sicuro. Per accedervi, devi semplicemente disinstallare qualunque versione non autorizzata o modificata di Spotify e installare l’applicazione ufficiale da Google Play Store. Se ti serve ulteriore aiuto, prego consulta la nostra pagina di supporto sulla reinstallazione di Spotify. Se dovessimo rilevare un uso ripetuto di applicazioni non autorizzate che violano i nostri termini, ci riserviamo tutti i diritti, incluso quello di sospendere o disattivare il tuo account”.

Recentemente una di queste applicazioni pirata, chiamata “Dogfood”, è stata rimossa da GitHub in seguito a una denuncia sporta da Spotify per violazione del copyright.

Oltre agli account che utilizzano app pirata, però, pare che anche alcuni utenti che utilizzano versioni non aggiornate dell’applicazione abbiano ricevuto la mail: un utente ha scritto sul forum di Spotify, affermando di aver ricevuto la mail nonostante non abbia usato alcuna applicazione non ufficiale, ma soltanto una versione meno recente dell’app. La compagnia ha risposto suggerendo di cancellare l’app in questione e scaricare la versione più recente.

Il servizio di streaming musicale è prossimo alla quotazione in borsa a new York, con un valore stimato intorno ai 20 miliardi di dollari.

PCProfessionale © riproduzione riservata.