La ricerca robotica fa i salti mortali

Atlas, il robot umanoide di Boston Dynamics, è in grado di compiere movimenti sempre più complessi: eccolo all'opera con un perfetto salto mortale all'indietro.

Boston Dynamics, azienda americana specializzata in ingegneria e robotica, ha all’attivo lo sviluppo di numerosi robot, sia per usi militari che civili. Atlas è il più “umano” della gamma, sia per forme (è un bipede) che per dimensioni (nell’ultima versione è alto 1,5 metri e pesa 75 kg) e rappresenta l’umanoide più “dinamico” al mondo. Un robot che ha mosso i primi passi nel 2013 e che, sviluppandosi nel tempo, ha dimostrato di poter compiere azioni complesse, sfoggiando una coordinazione e un equilibrio sempre crescenti. Se, fino a oggi, Atlas ha mostrato di poter replicare una gamma di “normali” movimenti umani (come salire le scale, muoversi su terreni poco stabili, rialzarsi da solo), nel suo ultimo video mostra un’agilità sorprendente, ben superiore alla media umana. Nel video diffuso oggi da Boston Dynamics Atlas prima si è cimentato in una serie di salti a “piedi” uniti su cubi di altezza crescente, poi in una rotazione in salto di 180°, finendo la sua performance con un perfetto salto mortale all’indietro. Ovviamente, all’atto pratico, si tratta di un puro esercizio di stile, ma che dimostra ancora una volta le sue doti di equilibrio e coordinazione.