Canon irista

Un sito creato da uno dei maggiori produttori di fotocamere, semplice da usare e con spazio in abbondanza.

Canon è uno dei più importanti produttori di macchine fotografiche a livello mondiale e Irista è il servizio cloud per il caricamento e la condivisione degli scatti che la multinazionale giapponese offre dal 2004. È possibile iscriversi gratuitamente e avere a disposizione uno spazio di 15 Gbyte, mentre pagando 1,99 euro al mese si sale a 100 Gbyte; chi desidera caricare ancora più dati può optare per un canone mensile di 11,99 euro e ottenere 1 Tbyte.

L’interfaccia di Irista è molto semplice e si riduce sostanzialmente a due pagine principali. Nella prima è visibile l’intera raccolta di foto, allineata verticalmente per data di scatto in una sorta di timeline, in cui ogni gruppo di immagini corrisponde a un mese. Nella timeline confluiscono le immagini appena caricate (nei formati più diffusi sia foto sia video, inclusi diversi tipi di Raw), che mantengono la risoluzione e la qualità originali, anche quando l’utente desidera scaricarle in locale. La seconda pagina mostra le Gallerie, ovvero degli album che il fotografo crea e riempie con gli scatti preferiti; le miniature delle foto sono disposte a mosaico, con scorrimento verticale illimitato. Da notare che il caricamento delle foto nel sito è possibile anche con un uploader dedicato, che una volta installato nel computer può essere impostato in modo da sincronizzare in automatico Irista con le cartelle locali dove l’utente conserva le proprie immagini.

In Irista è facile aggiungere parole chiave. Alcune sono assegnate in automatico.
In Irista è facile aggiungere parole chiave. Alcune sono assegnate in automatico.

Irista considera come private tutte le foto caricate di default, ma può renderle pubbliche su Facebook, Twitter e Google+; inoltre fornisce il link da copiare e inserire nelle pagine Web o inviare ad amici e parenti. Il servizio esamina le immagini durate l’upload e assegna in automatico i tag che ritiene pertinenti, con una buona percentuale di risultati corretti. L’utente può a sua volta inserire tutte le chiavi che desidera, ma non è consentito aggiungere le coordinate geografiche né tantomeno previsto il ritocco delle immagini; in compenso, il motore di ricerca integrato consente di filtrare gli scatti non solo per tag ma anche per fotocamera, obiettivo e apertura diaframma usati. In Irista è presente anche una sezione per la stampa di libri fotografici, composti da almeno 24 pagine e con un costo – spedizione inclusa – a partire da circa 50 euro.

PRO Molto semplice da usare / Supporta anche i file Raw / Notevole spazio di archiviazione

CONTRO Geotagging non supportato / Nessuna funzione di fotoritocco

Torna alla comparativa

PCProfessionale © riproduzione riservata.