Photobucket

Un servizio per gli appassionati della fotografia e della condivisione, che però non si fa scrupolo di riscalare le foto caricate.

Photobucket è un sito nato nel 2003 e dedicato agli appassionati della fotografia che vogliono condividere i propri scatti. Il servizio è gratuito – fino a 2 Gbyte con pubblicità – oppure a pagamento, con un abbonamento base di 2,49 dollari al mese e senza inserzioni. Per ottenere più spazio ci sono i contratti Plus 50, Plus 100 e Plus 500 che includono rispettivamente 52, 102 e 502 Gbyte totali per 5,99, 9,99, 39,99 dollari al mese (nel caso di abbonamenti annuali, si pagano solo 10 mesi). Solo gli ultimi due permettono anche il collegamento (linking) in altri siti delle immagini caricate, inoltre Plus 500 non pone limiti né di velocità di trasferimento dei dati né di numero di immagini caricate incluse in altri siti (hosting). Photobucket offre 8 Gbyte aggiuntivi agli utenti che installano e usano le app per i dispositivi mobili Android o iOS.

Photobucket mostra in una pagina dedicata tutte le informazioni relative alla foto scelta.

L’interfaccia del sito è ordinata, con un numero limitato di pagine dedicate all’importazione, alla visione e all’editing delle foto. Gli scatti caricati possono essere pubblici, privati oppure protetti da una password; è possibile creare album anche nidificati ma non esiste alcuna funzione per l’assegnazione delle coordinate geografiche e delle parole chiave. Le foto appaiono come tessere disposte in maniera regolare ma suddivise in più pagine, un’organizzazione che riteniamo meno comoda dello scroll illimitato. Una pecca grave consiste nella riduzione di risoluzione e qualità delle immagini caricate, limitate a 1.024 pixel: uno dei nostri scatti di test da 3.872 x 2.592 punti per circa 2.000 Kbyte è infatti stato ridotto a 1.024 x 685 punti e poco più di 400 Kbyte, condizione che rende il servizio inadatto a chi vuole mantenere intatta la qualità delle proprie fotografie.

In compenso, Photobucket offre un buon set di strumenti per il fotoritocco, inclusi il bilanciamento cromatico, numerosi filtri, la rotazione e il ritaglio automatico, il crop con un reticolo per la regola dei terzi. Non mancano inoltre le funzioni di eliminazione delle rughe, degli occhi rossi, lo sbiancamento dei denti e l’aggiunta di cornici e oggetti vari.
Il sito ha anche un servizio di stampa online che offre lavorazioni di ogni tipo, ma con spedizione solo negli Stati Uniti.

PRO Interfaccia intuitiva e ordinata / Ricca sezione per il ritocco fotografico

CONTRO Le foto e i video sono riscalati e ricompressi in maniera aggressiva / Nessuna funzione di geotagging e assegnazione delle chiavi

Torna alla comparativa

PCProfessionale © riproduzione riservata.