IFA 2018, una tra le più importanti fiere mondiali dedicate all’elettronica di consumo.

News

Techly sarà presente a IFA

Giulio Colombo | 24 Agosto 2018

IFA

Al via, il 31 agosto, IFA, una tra le più importanti fiere mondiali dedicate all’elettronica di consumo. Tra i brand sarà presente anche l’italiana Techly.

Il 31 agosto, a Berlino, aprirà i battenti l’edizione 2018 dell’IFA, una tra le più importanti fiere mondiali dedicate all’elettronica di consumo. Per oltre sei giorni (dal 31 agosto al 5 settembre), 1.500 espositori provenienti da 48 paesi metteranno in mostra i loro prodotti e le novità. Quello che viene qui presentato ed esposto stabilisce i trend del mercato per i mesi a venire.
Tra i brand italiani che hanno confermato la loro presenza c’è Techly, marchio di IC Intracom, attiva nel settore IT e con un ricchissimo catalogo che comprende sia dispositivi professionali (indirizzati soprattutto al mondo networking) che accessori consumer. Se siete in partenza per Berlino e volete aggiornarvi sull’offerta di Techly, vi segnaliamo che la trovate al padiglione 17 stand 110.

News

IFA 2015, ecco le principali tendenze

Redazione | 4 Settembre 2015

IFA

Oltre 1.600 espositori, 150 mila metri quadrati di spazio espositivo e 240 mila visitatori attesi. Questi in sintesi i numeri […]

Oltre 1.600 espositori, 150 mila metri quadrati di spazio espositivo e 240 mila visitatori attesi. Questi in sintesi i numeri di Ifa, la più importante manifestazione europea dedicata al mondo dell’elettronica di consumo, in scena dal 4 al 9 settembre a Berlino. L’Internationale Funkausstellung Berlin rappresenta da sempre una vera e propria finestra sul futuro dalla quale scorgere le principali tendenze del mercato tecnologico per i mesi a venire. I prodotti wereable rappresenteranno anche quest’anno – e non solo – un importante traino per l’intero settore. Se da un lato Apple e Google dominano incontrastati la scena con Watch OS e Android Wear, dall’altro ci si aspetta soprattutto dai moto-360produttori asiatici, Samsung in testa, interessanti novità  che non riguarderanno solo il mercato degli indossabili ma anche quello degli smartphone. L’Ifa, contrariamente al Ces di Las Vegas, gode infatti di un vantaggio indiscutibile, essendo sufficientemente distante dal Mobile Word Congress di Barcellona tanto da rappresentare il giusto trampolino di lancio per molti produttori. Soprattutto quest’anno, in considerazione del fatto che Samsung ha già  anticipato ad agosto i nuovi top di gamma (Galaxy S6 Edge+ e Note 5) e che Apple svelerà  con un’abile mossa di marketing il nuovo iPhone 6s il 9 settembre prossimo, proprio il giorno di chiusura di Ifa.

Sul fronte del personal computing, nonostante Microsoft non sia presente alla manifestazione, sono attese numerose new entry in virtù della disponibilità  del nuovo Windows 10. Certo, l’informatica ha senza dubbio perso l’appeal degli anni d’oro, ma c’è da scommettere che i big del settore non perderanno l’appuntamento e si faranno trovare pronti con tablet, notebook in diversi form factor, convertibili e altro ancora, capaci di sfruttare tutte le nuove funzioni del sistema operativo.

lg_4kCome da tradizione non mancheranno anche i televisori di nuova generazione. Saranno tutti rigorosamente 4K o Ultra HD e disporranno della compatibilità  con l’HDR (High dynamic range) che prevede l’impiego di pannelli ad elevata luminosità . Anche in questo caso i produttori asiatici faranno la parte del leone: da un lato i colossi sud coreani, Samsung e LG, dall’altro gli storici marchi giapponesi, Sony e Panasonic che, dopo un periodo di appannamento tecnologico costato ad entrambi importanti fette di mercato, stanno lentamente riguadagnando terreno affidandosi ad una qualità  indiscutibile.

Google-BrilloPer anni si è parlato, spesso a sproposito, di domotica e delle meraviglie che avrebbe portato nelle case di tutti noi. Più recentemente ci si è riempiti la bocca con la cosiddetta Internet of Things, l’Internet delle cose, complicando concetti che al contrario dovrebbero essere alla portata di tutti. Bene, quest’anno potrebbe essere l’anno della svolta per la cosiddetta smart home. A pensarci è stata ancora una volta Google con Brillo, un sistema operativo minimal che permetterebbe di rendere “intelligenti” i piccoli dispositivi che quotidianamente utilizziamo (serrature, lampadine e altro) collegandoli con altri terminali che portiamo sempre con noi, per esempio smartphone e smart watch. Non è da escludere che la componente home appliace (gli elettrodomestici per intenderci) di Ifa ci riservi qualche chicca interessante.

Sony Xperia Z3

Smartphone

IFA 2014: gli smartphone di Sony

Pasquale Bruno | 5 Settembre 2014

IFA Smartphone Sony

Ad appena sei mesi di distanza dalla presentazione dell’ Xperia Z2, Sony rinnova il suo top di gamma con l’introduzione […]

Ad appena sei mesi di distanza dalla presentazione dell’ Xperia Z2, Sony rinnova il suo top di gamma con l’introduzione del modello Z3. In effetti, più che uno smartphone completamente nuovo, lo Z3 rappresenta un’evoluzione del precedente Z2. Inoltre è stato presentato anche l’Xperia Z3 Compact, la versione con schermo più piccolo (4,6 anziché 5,2 pollici).

Xperia Z3 e Z3 Compact

Sony Xperia Z3 (a sinistra) e Xperia Z3 Compact

Rispetto al precedente modello, l’Xperia Z3 ha un processore leggermente più potente: è sempre un Qualcomm Snapdragon 801 quad core, ma la frequenza di clock sale da 2,3 a 2,5 GHz. Invariati invece i 3 GB di memoria Ram e i 16 GB di storage interno (espandibili tramite slot micro SD). Il display Ips da 5,2″ con risoluzione Full Hd (1.920 x 1.080 pixel) rimane lo stesso.

Xperia Z3

Lo Z3 è più leggero (152 contro 163 grammi) e più sottile (7,3 contro 8,2 mm) rispetto allo Z2. Sono modifiche importanti, quasi un millimetro di differenza è un’enormità  in uno smartphone come questo e in effetti giustificano la presentazione di un nuovo modello. Il telaio è in alluminio e vetro di buona qualità , con design simile a quello dello Z2.

Xperia Z3

Cambiamento importante per la fotocamera, con sensore Exmor RS da 20 Mpixel che ora consente scatti con sensibilità  fino a 12.800 ISO, sfruttabili nelle condizioni con poca luce ambiente.

Infine la batteria scende leggermente come capacità , 3.100 contro 3.200 mAh, ma l’autonomia dovrebbe rimanere invariata grazie alle ottimizzazioni interne. La certificazione alla resistenza ora è IP68 anziché IP58, il che vuol dire che lo Z3 è completamente sigillato contro la polvere.

 

Z3 compact

Sony Xperia Z3 Compact

Il Sony Xperia Z3 Compact è la versione compatta e presenta un più piccolo display da 4,6″ con risoluzione di 1.280 x 720 pixel, lo stesso processore Snapdragon 801 e 2 GByte di Ram (anziché 3 GB). Il peso è contenuto in 130 grammi e lo spessore è di 8,6 mm. La capacità  della batteria scende a 2.600 mAh e la fotocamera da 20 Mpixel non ha gli alti valori di ISO dell’Xperia Z3.

Entrambi  i telefoni avranno a bordo Android 4.4.4; la disponibilità  in Italia è prevista per i mesi autunnali a un prezzo non definito.

News

IFA 2013: i dati Gfk sull’elettronica di consumo: in Europa il 36% delle Tv vendute sono smart TV

Redazione | 6 Settembre 2013

IFA

Approfittando del palcoscenico dell’IFA di Berlino, Gfk fornisce un aggiornamento sull’andamento dei principali prodotti hi tech nei primi sei mesi […]

smart tv allianceApprofittando del palcoscenico dell’IFA di Berlino, Gfk fornisce un aggiornamento sull’andamento dei principali prodotti hi tech nei primi sei mesi dell’anno sul mercato europeo.

Per quanto riguarda i computer  c’è stato un incremento della domanda del 18% ma questo dato nasconde in realtà  solo al crescita dei tablet PC; se si va a vedere in confronto con i primi sei mesi del 2012 infatti, risulta che la domanda di mobile computer è scesa del 9% e quella di desktop del 21%. Il trend ultra positivo dei tablet  (+126%) salva quindi il mercato. Il tanto atteso effetto Windows 8 sulle vendite di PC non c’è stato, sottolinea Gfk che imputa in parte il flop di mercato alla carenza di schermi touch screen disponibili tanto che ad oggi nei paesi dell’Europa Occidentale i notebook con schermi touch screen rappresentano solo il 12% della domanda, a giugno 2013.

Per i prossimi mesi del 2013 Gfk stima un incremento tra il 15% e il 20% della domanda di computer. Le star del mercato saranno i PC all-in-one, i notebook con schermi touch screen, notebook ultra sottili, tablet di piccoli dimensioni e tutti i relativi accessori:  da tastiere, mouse e dover che rappresentano i prodotti di maggior interesse per il pubblico consumer. Questo nuovo filone di mercato crescerà  entro fine anno dal 13 al 18% wolrdwide e dal 19 al 24% nell’Europa Occidentale.

Passando alle TV a schermo piatto e alle smart TV il 2013 è stato finora stagnante per le vendite in Europa: in secondo tirmestre dell’anno ha registrato -14% rispetto al 2012. Quella che va molto bene è la domanda di smart TV e televisori 3D specialmente per i grandi schermi. Uno su 7 degli LCd Tv venduti in Europa ha uno scherno con una diagonale maggiore di 120 cm e, dato ancor più interessante, il 36% delle TV a schermo piatto vendute in Europa è connesso a Internet. In Germania questo numero sale al 60%. Infine il 27% delle televisioni vendute in Europa nella prima metà  dell’anno aveva funzioni 3D.  smart tv

Questo crea un indotto sul mercato sia per i lettori Blu Ray con hard disk integrato, cresciuti del 10%, all’aumentare della domanda di contenuti ad alta risoluzione da parte degli utenti, sia per le periferiche audio: a giugno 2013 è stata venduta una Sound bar ogni 10 televisori a scherno piatto venduti in Europa, (in Francia, Germania, Italia, Olanda Spagna, UK). Stesso trend si registra per i prodotti legati all’audio streaming: altoparlanti wireless per smartphone, diffusori per l’home entertainment.

cuffie bose

Dispositivi portatili come gli altoparlanti e le cuffie Bluetooth stanno letteralemnte conquistando il mercato dell’elettronica consumo, dice Gfk: gli utenti hanno aumentato del 2,5% la spesa in cuffie audio nella prima metà  del 2013, ma anche le radio portatili sono molto richieste, mentre per contro le autoradio sono in declino del 15% nella prima metà  dell’anno.

Chi non se la passa bene è il segmento della fotografia digitale che perde il 10% anno su anno, e mostra tendenze opposte: da un lato c’è una fascia di prodotto che soffre la concorrenza di smartphone: sono le fotocamere con capacità  ridotte di zoom che perdono il 40% dal 2012 al 2013; dall’altro c’è la nicchia delle fotocamere di fascia alta più sofisticate sta avendo la meglio. Alcuni esempi. le reflex a obiettivo singolo crescono del 26% come vendite e pesano ormai il 14% come valore sull’intero fatturato del comparto.  Anche i modelli con i sensori d’immagine più grandi registrano un aumento del 7% nelle vendite, ma l’incremento maggiore riguarda sicuramente i modelli con zoom ottico da 20x le cui  vendite sono cresciute del 44%.

Altro trend significativo è l’aumento del numero di fotocamere connesse in rete: una su sette di quelle vendute a giugno 2013 aveva capacità  di condividere in wireless le immagini. Infine,fa notare Gfk, le capacità  fotogafiche insite negli smartphone anche se stanno erodendo terreno alle fotocamere di fascia bassa, stanno però traghettando molte più persone vero la fotografia digitale creando nuove opportunità  di mercato per chi magari è invogliato a passare a fotocamere più sofisticate.

Login

Password dimenticata?

Password dimenticata?

Inserisci i tuoi dati dell'account e ti invieremo un link per reimpostare la tua password.

Il link di reset della password sembra che sia invalido o scaduto.

Login

Privacy Policy

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.