Test: notebook workstation HP ZBook 15

Il processore è il diffuso Core i7-4700MQ affiancato da 8 Gbyte di Ram; se le esigenze dovessero cambiare si possono aggiungere altri 8 o 16 Gbyte grazie ai due slot Sodimm liberi. Le prestazioni misurate sono elevate in assoluto ma inferiori rispetto ad altre workstation dotate di disco Ssd; nella grafica 3D invece la Gpu Quadro K2100M esprime tutte le sue potenzialità  e si raggiungono picchi prestazionali di ottimo livello.

Il telaio scalda poco, ma dalla feritoia sul lato sinistro esce un getto di aria davvero molto calda: fate attenzione a non collocare apparati elettronici nei paraggi. La ventola risulta rumorosa solo nei momenti di piena attività  di Cpu e Gpu.

HP ZBOOK 15 2

Il componente che differenzia davvero la ZBook 15 è il display. Utilizza un pannello Dreamcolor costruito con tecnologia Ips, già  calibrato in fabbrica, e offre colori eccezionali, tra l’altro molto realistici. Ha una risoluzione Full Hd e una luminosità  estremamente uniforme, oltre che elevata; impostarla ad alti valori è persino fastidioso.

Ottima la nitidezza con i font di piccole dimensioni e con le linee sottili; in definitiva è un monitor ideale sia per il fotoritocco sia per le applicazioni di progettazione e disegno vettoriale. Ha anche un efficace trattamento antiriflesso.

L’autonomia della batteria non va oltre le tre ore e mezza; un valore sottotono che risente evidentemente dell’alto consumo del display DreamColor. Va considerato anche che la Gpu Nvidia resta sempre attiva, non c’è la tecnologia Optimus e la Gpu integrata nel processore Intel resta spenta. La garanzia base è di 3 anni e sono disponibili pacchetti opzionali per l’assistenza a domicilio entro un giorno lavorativo.
Pasquale Bruno

HP Zbook 15

Euro 3.193,00 Iva inclusa

+ PRO

Eccellente display DreamColor
Buona espandibilità 
Robustezza e cura nei dettagli
Prestazioni

– CONTRO

Disco meccanico
Tastiera migliorabile
Autonomia ridotta
Prezzo

Produttore: Hp, www.hp.com/it

PCProfessionale © riproduzione riservata.