News

TIM Comunicazione Integrata Smart, la soluzione all-in-one

TIM | 6 Dicembre 2017

TIM

Un’unica infrastruttura, in grado di rispondere alle esigenze di comunicazione della piccola e media impresa, con funzionalità scalabili e disponibili […]

Un’unica infrastruttura, in grado di rispondere alle esigenze di comunicazione della piccola e media impresa, con funzionalità scalabili e disponibili anche in mobilità. È la soluzione TIM Comunicazione Integrata Smart per l’UCC (Unified Communication and Collaboration): voce, Internet, centralino virtuale (in cloud) e servizi innovativi di collaborazione gestibili con pochi clic, direttamente dallo smartphone.

Un’unica soluzione che comprende chiamate nazionali illimitate* verso rete fissa e mobile, connettività Internet professionale Adsl/Shdsl e fibra (nelle zone coperte dal servizio), app dedicate per smartphone e Pc. La connettività viene sempre configurata con banda minima garantita, così da assicurare sempre la qualità della voce.

L’offerta è completamente scalabile e modulabile: si può sottoscrivere a partire da 3 canali voce per cliente. Per le varie sedi si possono scegliere le connettività più adeguate alle specifiche esigenze e per ciascun utente (se ne possono configurare fino a 4 per ogni canale voce) si può scegliere fra una gamma completa di terminali: dal telefono fisso al dect, fino all’apparato per audioconferenza. Gli utenti possono inoltre utilizzare le app per Pc come softphone, al posto del telefono fisso, e fruire dei servizi avanzati di presence, instant messaging, videocomunicazione e conferenze.

Tutti i “classici” servizi di un centralino tradizionale sono inclusi nel costo dell’offerta e sono erogati dal cloud di TIM: le funzioni di gruppo di risposta, il risponditore automatico, le console web per posto operatore, il fax server, il trasferimento di chiamata e molti altri. Il centralino virtuale offre anche la possibilità di gestire in autonomia tutti i servizi tramite un portale web dedicato.

Inoltre, attraverso la app per smartphone, inclusa nel servizio, il numero di telefono fisso diventa mobile. È infatti possibile avere un numero unico “fisso/mobile” per ricevere sullo smartphone le chiamate dirette al fisso dell’ufficio (senza costi aggiuntivi sul territorio nazionale) e chiamare dallo smartphone presentandosi con il numero del telefono fisso. Il servizio quindi permette di abilitare progetti di smart working, rendendo disponibile l’accesso da remoto ai servizi aziendali come le rubriche, lo sharing dei documenti e la collaborazione audio e video.

Per maggiori informazioni è possibile consultare la pagina dedicata del sito TIM.

*Il traffico illimitato è soggetto a condizioni di uso lecito e corretto.

TIM

Tech

TIM: per il 5G italiano Huawei è fuori dai giochi

Alfonso Maruccia | 10 Luglio 2020

5G Huawei TIM

Indiscrezioni non smentite sostengono che TIM ha escluso Huawei dall’elenco dei fornitori per le reti 5G. Uno smacco che il colosso cinese non ha preso bene.

La notizia è arrivata nel corso della serata di ieri, non è stata confermata né smentita e potrebbe rappresentare un passo storico per la connettività e il business delle telecomunicazioni in Italia. TIM avrebbe escluso Huawei dall’elenco dei possibili fornitori di apparati per le reti 5G, una decisione che cozza con la partnership di lunga durata con l’azienda cinese.

Stando alle fonti consultate dall’agenzia di stampa AGI, l’ex-incumbent di telefonia pubblica nazionale avrebbe deciso di tagliare fuori Huawei dalle sue reti 5G sia in Italia che in Brasile. Al suo posto, TIM avrebbe “invitato formalmente” Ericsson, Nokia, Cisco, Mavenir e Affirmed Networks. Aziende esclusivamente europee e americane, dunque.

Huawei

Secondo una versione che risulta piuttosto difficile da credere visto il clima internazionale, la decisione di TIM di escludere Huawei dai potenziali fornitori per il 5G non sarebbe di natura politica. Piuttosto, la tel.co avrebbe agito in questo senso per “diversificare” i partner per le reti di nuova generazione. E a quanto pare tra questi partner non ci sarà il colosso cinese che opera in Italia da molti anni.

L’esclusione di Huawei dal mercato 5G nostrano è evidentemente in linea conl’ostracismo sfacciato, dichiarato ed eterodiretto dalla politica anti-cinese degli Stati Uniti di Donald Trump. Una politica che in patria ha dichiarato Huawei e ZTE minacce alla sicurezza nazionale, mentre in Europa ha spinto i governi alleati (Regno Unito, Francia) a rendere le cose molto difficili per Huawei.

In risposta alla mossa di TIM, la corporation asiatica ha ricordato la sua presenza fissa in Italia da 16 anni a questa parte, e negli apparati largamente utilizzati da TIM nelle sue reti ad alta velocità. “Siamo fermamente convinti che la sicurezza e lo sviluppo dell’Italia digitale debbano essere supportati da un approccio basato su fatti e non da illazioni infondate”, ha sostenuto Huawei, ribadendo il suo impegno passato per lo sviluppo del 3G, del 4G e del 5G globale in questi anni.

Coronavirus di Wuhan

Videogame

Nuovo coronavirus, italiani chiusi in casa con Pornhub gratis ma senza connessione

Alfonso Maruccia | 13 Marzo 2020

Gaming Reti Servizi Web TIM

Pornhub ha deciso di offrire l’accesso gratuito alla piattaforma Premium agli utenti italiani, che devono però fare i conti con una connettività ballerina a causa dell’improvviso aumento di traffico.

La vita ai tempi della pandemia globale di COVID-19 non è certo facile, soprattutto in un paese come l’Italia che deve convivere con la semi-quarantena imposta dall’ultimo decreto governativo su tutto il territorio nazionale. Pornhub si dimostra ancora una volta consapevole delle reali esigenze del pubblico, pertanto ha deciso di fare un’offerta potenzialmente molto interessante per gli utenti connessi dall’Italia.

Uno dei portali pornografici più popolari al mondo – con buona pace di chi lo considera uno dei nemici giurati dell’industria – ha infatti preparato un’offerta specifica per gli italiani, concedendo l’accesso gratuito per un mese alla piattaforma di contenuti esclusivi nota come Pornhub Premium. Basta registrare un account dall’Italia e il sito sarà accessibile nella sua interezza fino ai primi di aprile.

Pornhub, Forza Italia

Pornhub dice di voler “tenere compagnia” agli italiani in queste settimane di riposo (o telelavoro per chi può permetterselo) forzato in casa, e oltre all’accesso gratuito a Premium il portale ha anche deciso di donare i suoi proventi di marzo a Modelhub (il link, inutile dirlo, è parecchio NSFW).

Secondo le ultime stime annuali riferite al 2019, l’Italia è il settimo paese per livello di traffico ad accedere a Pornhub. Purtroppo per gli, ehm, “appassionati” del genere, il regime di semi-quarantena ha portato conseguenze non certo piacevoli anche sulla qualità delle connessioni a Internet fornite dai grandi provider.

In questi giorni, e nei giorni scorsi in particolare, molti utenti si sono lamentati dell’impossibilità di accedere alla Rete o a una parte di essa senza sperimentare rallentamenti, errori di connessione e altri problemi, con disservizi distribuiti che hanno ad esempio colpito duramente TIM a causa di un incremento del traffico del 70% sulla rete cablata. La colpa è a quanto pare dei ragazzi che non vanno a scuola, e passano una parte significativa del loro tempo in casa a giocare a Fortnite e agli altri titoli multiplayer del momento.

TIMVision

News

Disney+ e TIMVision, accordo in esclusiva per gli utenti TIM

Alfonso Maruccia | 6 Marzo 2020

Servizi Web TIM

Gli utenti della banda larga di TIM potranno accedere “in esclusiva” ai contenuti di Disney+ tramite lo streaming di TIMVision. L’accordo avrà una durata di un non meglio specificato numero di anni.

Se ne parlava già da qualche giorno, e ora è arrivata la conferma ufficiale da parte dei soggetti interessati: TIM e Walt Disney Company Italia hanno stretto un accordo pluriennale per la distribuzione in esclusiva di Disney+ tramite la piattaforma TIMVision. Una mossa che gioca a favore della convergenza tra contenuti e reti di telecomunicazioni, ha sottolineato l’ad di TIM Luigi Gubitosi.

A partire dal prossimo 24 marzo, dunque, gli utenti che accedono a Internet tramite una connessione in banda larga di TIM potranno fruire dei tanti contenuti cinematografici e televisivi di proprietà del megastudio di Topolino direttamente dai canali in streaming di TIMVision.

Disney+

Nel sottolineare l’importanza della partnership strategica con Disney+, Gubitosi ha parlato di un accordo che “si inserisce nella strategia di alleanze con grandi player internazionali che TIM sta portando avanti in diversi settori, per offrire prodotti e servizi all’avanguardia.” Grazie a Disney+ TIMVision è ora la piattaforma di streaming più completa d’Italia, ha detto ancora Gubitosi.

Saluta positivamente l’accordo anche Kevin Mayer, presidente di The Walt Disney Company che ha accolto TIM tra i partner di lancio di Disney+ e ha parlato di una “esperienza unica” pensata specificatamente per soddisfare le esigenze dei fan residenti in Italia. Pochi i dettagli comunicati sulle caratteristiche dell’offerta, anche se è altamente improbabile che basterà avere TIMVision Plus per gustarsi tutti i cinecomic Marvel senza pagare un centesimo in più.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.