trump-incontro-silicon-valley

Trump incontra i big della Silicon Valley

Proprio in questi ultimi giorni, il neoeletto presidente americano Donald Trump ha deciso di incontrare i vertici delle più grandi aziende hi tech statunitensi presso la Trump Tower: e così, nella sfarzosa residenza del tycoon si sono presentati i CEO di Apple, Amazon, Microsoft, IBM, Intel, Cisco, Oracle, Tesla, Uber, nonché Sheryl Sandberg (Facebook) e Larry Page (Google).

Di fronte ad una parata di questo tipo, agli occhi dei più attenti non è sfuggita l’assenza del CEO di Twitter, Jack Dorsey: secondo alcune fonti, questa scelta sarebbe stata giustificata dal fatto che il social network dei cinguettii ha perso parecchia rilevanza nel comparto hi tech, mentre secondo altri, Trump avrebbe deciso per ripicca di non invitare lo stesso Dorsey. Durante la campagna elettorale, infatti, Twitter avrebbe detto di no all’uso dell’emoji associata all’hashtag #CrookedHillary.

L’incontro con i CEO delle massime aziende tecnologiche si è reso necessario per smorzare quelle tensioni emerse durante la campagna elettorale, in particolare per quanto riguarda le promesse di Trump (stop all’immigrazione, neutralità  di Internet,…): lo stesso neopresidente ha infatti affermato di voler sostenere lo sviluppo di queste grandi società  statunitensi.

Staremo a vedere come evolverà  il rapporto tra Trump e il comparto hi tech, anche alla luce della nomina di Peter Thiel (cofounder di PayPal) all’interno dello staff del Tycoon: avrà  un ruolo di mediatore con gli attori della Silicon Valley? Staremo a vedere…

Nessun Articolo da visualizzare