uber-2-miliardi-di-corse

Il servizio di Uber ha raggiunto i 2 miliardi di corse

Nonostante il servizio di trasporto automobilistico privato non sia disponibile in tutto il mondo – in particolare in Europa, dove i taxisti si sono mobilitati per bloccare questa rivoluzione – Uber ha raggiunto un nuovo ed importante traguardo nella sua storia: dopo aver raggiunto – in cinque anni di attività  – un miliardo di corse, nel giro degli ultimi sei mesi, la società  di San Francisco è riuscita a toccare la soglia dei due miliardi di corse.

L’obiettivo è stato ufficialmente raggiunto nel corso del mese di giugno 2016, ma la società  di Travis Kalanick ha reso noto questo traguardo in questi ultimi giorni, attraverso il suo account su Facebook. Lo stesso CEO dell’azienda di San Francisco, ha auspicato per il futuro della sua piattaforma, di riuscire a toccare il terzo miliardo di corse in tempi ancor più brevi, e considerando la popolarità  di Uber, non è escluso che ciò possa accadere.

Per la precisione, il traguardo è stato toccato il giorno 18 giugno, quando 147 corse – iniziate in maniera simultanea, alle 4.16, tra 16 nazioni distribuite nei cinque continenti – hanno fatto scattare il conteggio dei trasporti su 2.000.000.000: la corsa più lunga, secondo quanto ha riportato il CEO di Uber, si è svolta in quel di Giacarta, dove l’autista in questione ha raggiunto la capitale indonesiana in un’ora di tragitto.

La corta più breve del nuovo traguardo di Uber, invece, si è svolta a Changsha – in Cina – dove in questo caso l’autista ha percorso un tragitto di 3 minuti. Per celebrare i due miliardi di corse, la società  di San Francisco – che opera ormai in 450 città  in giro per il globo – ha deciso di donare 450 dollari ad ogni autista e 450 dollari di buoni per corse ai 147 passeggeri delle corse simultanee che hanno permesso di raggiungere l’obiettivo.

Nessun Articolo da visualizzare