uber-partnership-didi-in-cina

Uber e Didi stringono una partnership in Cina

In Cina, le autorità  hanno approvato una nuova legge per stabilire in modo comprensibile come si possano organizzare dei servizi di trasporto privato come quelli di Uber e della sua eterna rivale Didi. Proprio in seguito all’approvazione di questa novità  legislativa, le due società  hanno annunciato di aver trovato un’intesa per una partnership sul mercato del Paese asiatico, un accordo del valore di ben 35 miliardi di dollari, secondo Reuters.

Con questa partnership, le due attività  di Didi Chuxing e Uber China si fonderanno insieme, mettendo fine alla concorrenza tra i due gruppi: secondo le prime anticipazioni dell’agenzia di stampa, gli azionisti della divisione cinese di Uber, arriveranno a detenere un quinto delle quote della nuova realtà  societaria e, ancora, Didi si impegnerà  ad investire un miliardo di dollari nel gruppo con sede a San Francisco.

Per Uber, l’accesso al mercato cinese si è rivelato un’impresa ostica, considerando come abbia speso più di un miliardo di dollari – per anno – nel tentativo di contrastare Didi, senza ottenere una contropartita paragonabile a quanto l’azienda consegue in Canada e USA, due mercati molto importanti per Kalanick e soci, dove i margini sono nettamente più consistenti rispetto ad altre aree del mondo.

Infine, è anche interessante ricordare come, solo nel corso del 2015, Didi avesse portato a termine un investimento in Lyft, la principale realtà  concorrente della società  di Travis Kalanick negli USA.

Nessun Articolo da visualizzare