News

Il nostro mashup Google

Michele Costabile | 4 Febbraio 2008

Nel numero di Febbraio parliamo del Google Mashup Editor. Il codice citato nell’articolo è online, sul sito di Google. Ecco […]

il mashup di PC ProfessionaleNel numero di Febbraio parliamo del Google Mashup Editor. Il codice citato nell’articolo è online, sul sito di Google.

Ecco l’indirizzo a cui si può osservare il mashup.

Naturalmente, dato che il codice è in linea e non è stato limitato l’accesso in alcun modo, chi lo desidera può provare a estendere o migliorare la presentazione e l’utilità  del gadget, che è volutamente minimale.

Per visualizzare il codice basta un clic sul collegamento in alto a destra, per modificarlo occorre registrarsi con un Google account e aprire l’editor.

Instagram interviene su spam e bot sempre più frequenti

News

Spam e bot sempre più frequenti: Instagram interviene

Andrea Sanna | 25 Gennaio 2023

Instagram

Sono sempre più frequenti spam e bot sul noto social, Instagram. Di questo ne ha parlato anche il CEO Adam Mosseri.

Da tempo ormai Instagram sta fronteggiando un enorme difficoltà che via via si manifesta sempre più frequentemente: la presenza di spam e bot. Problema che tocca non solo i big account di creator più o meno famosi, ma anche i semplici utenti.

Spesso ci si ritrova commenti, like e visualizzazioni di storie da utenti sospetti. Come detto Instagram sta lavorando duramente per dare un social sempre più sicuro per i propri utenti. A riguardo nelle scorse ore ne ha parlato anche il CEO Adam Mosseri. Quest’ultimo ha affronta l’argomento spam sulla piattaforma e a proposito ha detto:

“Abbiamo sicuramente spam e bot su Instagram. Stiamo facendo del nostro meglio per ridurlo. Sono particolarmente preoccupato per i commenti in questo momento”, ha detto a riguardo.

Come dicevamo, infatti, andando a sbirciare gli account di famosi influencer o comunque pagine Instagram con un numero di account elevato, ci ritroviamo davanti a dei commenti che si ripetono con frequenza. Per quanto i content creator provino a segnalare oppure eliminarli, purtroppo tale grattacapo si ripresenta. C’è stato un periodo in cui sembrava si fosse tutto risolto, ma ultimamente si sta verificando in modo davvero preoccupante.

Qui di seguito le altre dichiarazioni da parte di Mosseri, CEO di Instagram: “È qualcosa che stiamo effettivamente esaminando attivamente e speriamo di migliorare nel corso dell’anno. Ho notato un aumento dello spam e degli account bot che apprezzano le mie storie, il che, almeno per me, è più fastidioso dei commenti fasulli.”

Non è escluso, quindi, che con i prossimi aggiornamenti su Instagram ci sia finalmente la possibilità di poter risolvere tale complicanza. Dalle parole del CEO Adam Mosseri non è escluso un nuovo immediato intervento da parte della piattaforma. Infine ricordiamo che, sempre nel corso del suo intervento, ha parlato anche dell’importanza dei video sul social network.

Instagram, il CEO ammette l'importanza dei video sul social

News

Il CEO di Instagram ammette l’importanza dei video sul social

Andrea Sanna | 25 Gennaio 2023

Instagram

Adam Mosseri, CEO di Instagram ammette l’importanza dei video presenti sul social network e svela il suo pensiero

Instagram negli ultimi anni ha dato via via sempre più importanza ai video, a partire dai reel. Di recente anche il CEO della piattaforma, Adam Mosseri, ha ammesso che il noto social effettivamente abbia spostato la sua attenzione su quel tipo di contenuti, rispetto a quelli fotografici, come è stato invece inizialmente.

Dopo l’acquisizione di Meta, però, anche Instagram ha subito dei cambiamenti importanti e per fronteggiare al meglio sui competitor (su tutti TikTok) ha pensato bene di dare più importanza ai video. Un qualcosa che ha fatto storcere il naso ad alcuni utenti, specie quando si parlava di modifiche, poi annullate da Instagram, riguardo un design sempre più vicino all’applicazione rivale.

Il CEO ha quindi fatto sapere di voler ristabilire un certo tipo di equilibrio tra i contenuti da mostrare ai propri utenti. Adam Mosseri ha tranquillizzato tutti e ha sottolineando come Instagram dia ancora molto importanza alle fotografia. Queste le sue parole a riguardo, che vi riportiamo qui di seguito:

“Faranno sempre parte del social e saranno sempre importanti. Penso che nel 2022 ci siamo concentrati troppo sui video e abbiamo spinto troppo in là la classifica e sostanzialmente abbiamo mostrato troppi video e non abbastanza foto”. Per poi aggiungere: “E ci saranno sempre persone che amano e sono interessate a trovare foto su Instagram e altrove. E voglio assicurarmi che siamo molto chiari su questo”.

Fatta questa importante premessa, comunque, Instagram è un social intenzionato a investire ancora sui contenuti video, perché hanno maggiormente coinvolto il pubblico.

Intanto nel corso di questa settimana, sempre Instagram, ha annunciato nuove funzionalità. Tra esse ricordiamo, per esempio, la modalità silenziosa. Oppure il poter contrassegnare i post perché poco interessanti, o ancora poter creare i post con il solo testo. Insomma tante nuove opzioni per l’applicazione che non resta sicuramente a guardare.

libero mail virgilio non funzionano

News

Libero Mail e Virgilio torneranno a funzionare tra 24/48 ore

Martina Pedretti | 25 Gennaio 2023

libero virgilio

Niente da fare per gli utenti Libero Mail e Virgilio, che continuano a non funzionare da 3 giorni, ma torneranno a funzionare tra 24/48 ore

Libero Mail e Virgilio in down da tre giorni: cosa sta succedendo

Come vi abbiamo riportato il 23 gennaio, Libero Mail e Virgilio Mail sono in down e non funzionano. Questo fatto sta continuando a protrarsi da tre giorni con 10 milioni di utenti rimasti bloccati fuori dal loro account mail.

Nel corso delle giornate Libero e Virgilio hanno rilasciato diversi comunicati dove esprimono rammarico rispetto quanto sta accadendo. Confermando poi che un disservizio del genere non sia mai avvenuto, negando fortemente attacchi cyber esterni o furto di dati.

Infatti Italiaonline ha chiarito perché si è verificato questo problema. A quanto pare l’azienda ha avviato l’uso di un’innovativa tecnologia di storage a supporto delle proprie caselle mail, fornita da un vendor esterno. Tuttavia un bug del sistema operativo ne ha compromesso il corretto funzionamento, causando il blocco delle caselle mail.

Sembra inoltre che i dati degli utenti Libero e Virgilio mail non andranno persi, e che il team stia lavorando prontamente per ripristinare il blackout quanto prima. Ciò non toglie che milioni di utenti sono chiusi fuori dal loro account mail da ben 3 giorni, tra lavoro e gestione della vita privata.

Ma ecco la comunicazione:

In questa nuova comunicazione, vogliamo iniziare scusandoci ancora una volta con i nostri utenti per il disagio e il disservizio. Leggiamo i vostri commenti e comprendiamo. Ma vogliamo soprattutto, ora che siamo in grado di farlo, condividere con voi maggiori informazioni sull’accaduto, sul lavoro che stiamo facendo e dare un orizzonte temporale per la risoluzione del problema.

Nelle scorse settimane, al fine di offrire un servizio sempre migliore e sempre più aggiornato, abbiamo introdotto un’innovativa tecnologia di storage a supporto delle nostre caselle mail, fornita da un vendor esterno, un produttore di tecnologie di storage utilizzato da alcune delle più grandi società al mondo. Purtroppo, un bug del sistema operativo ne ha compromesso il corretto funzionamento e, di conseguenza, quello delle caselle di posta presenti su di esso. Il vendor sta lavorando incessantemente per la risoluzione del problema, creando un fix per la soluzione della problematica, con il supporto di tutti i nostri team interni. Trattandosi però di un bug a livello di sistema operativo, la soluzione sta richiedendo i tempi tecnici di sviluppo, con l’obiettivo primario di tutelare l’integrità dei dati.

I tempi sono stati lunghi finora, ce ne rendiamo conto. Da 25 anni siamo il fornitore mail degli italiani, i nostri utenti non sono sparsi per il mondo, ma sono i nostri vicini di casa, i nostri amici e parenti, i professionisti del nostro Paese. Non possiamo dunque non avere come priorità la tutela dei dati degli italiani, perché sono la nostra forza. Per questo vogliamo riaprire le caselle in maniera definitiva e stabile.

Prevediamo di ripristinare la Libero Mail e la Virgilio Mail entro le prossime 24/48 ore. Siamo consapevoli che questo crea difficoltà ai nostri utenti, ma il nostro essere il provider di posta degli italiani, ci impone la massima serietà.
Come sempre, comunicheremo eventuali aggiornamenti attraverso i nostri touchpoint.

La società Italiaonline prevede quindi di ripristinare la Libero Mail e la Virgilio Mail entro le prossime 24/48 ore.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.