Un tuffo negli abissi marini con Google Street View

Google annuncia oggi di aver esteso la funzionalità  Street View di Google Maps anche al mondo subacqueo, realizzando così per la prima volta una mappatura fotografica dei mondi sommersi. Da oggi quindi sarà  possibile navigare tra i pesci della barriera corallina e le tartarughe marine, con una vera immersione virtuale.

Tutto ciò è stato reso possibile grazie alla partnership con il Catlin Seawiew Survey (l’ente americano che studia gli ambienti marini attraverso reportage fotografici)  e grazie a una serie di spedizioni scientifiche subacquee documentate con oltre 50.000 scatti panoramici ad alta risoluzione, assemblati poi con la tecnologia di Google Street View.

Per realizzare l’esplorazione marina è stata utilizzata la prima macchina fotografica subacquea controllata da un tablet, la fotocamera SVII.  Le immagini disponibili sono relative alle aree della Grande Barriera Corallina e ad alcuni degli ambienti marini più belli al mondo, situati al largo delle Filippine e delle isole Hawaii.

In occasione della presentazione del servizio, stasera alle 19.00 ora italiana verrà  trasmessa  su Google + Hangouts (il servizio di video chat) la prima immersione notturna del Catlin Seaview Survey. Chi fosse interessato può seguirla all’indirizzo plus.google.com/+catlinseaviewsurvey o su You Tube (www-youtube.com/seaview

Nessun Articolo da visualizzare