News

Una risposta ai dischi ibridi da SanDisk

Davide Piumetti | 14 Novembre 2007

SanDisk Corporation ha svelato oggi in anteprima una nuova soluzione di archiviazione completamente basata su memoria a stato solido, adatta […]

SanDisk Corporation ha svelato oggi in anteprima una nuova soluzione di archiviazione completamente basata su memoria a stato solido, adatta a essere impiegata in abbinamento a un disco tradizionale, incrementando le prestazioni generali dei sistemi notebook.

Vaulter DiskIl nuovo prodotto prende il nome di Vaulter Disk, ed è in pratica un piccolo modulo Pci Express dotato di una memoria flash da 8 o 16 Gbyte, in grado di integrarsi nel sistema operativo Windows Vista con la tecnologia ReadyDrive.

I miglioramenti prestazionali saranno dovuti non tanto a un migliore transfer rate o latenza d’accesso, ma a un particolare sistema, adottato anche nei dischi ibridi, che permetterà  al sistema operativo di utilizzare lo spazio a disposizione per i file di sistema più importanti, in modo da migliorare sensibilmente i tempi di avvio.

Vaulter DiskInoltre, durante il normale lavoro, il sistema riconosce i file utilizzati e li sposta nella parte flash, più reattiva e meno bisognosa di energia per il funzionamento. In certi casi sarà  anche possibile fermare la rotazione dei dischi rigidi tradizionali, consentendo un miglioramento della durata delle batterie nei sistemi notebook.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.