News

Wearable in crescita nel 2016

Michele Braga | 8 Febbraio 2016

Smartwatch

Stando alla recente analisi di mercato pubblicata da Gartner, nel corso del 2016 saranno venduti oltre 270 milioni di dispositivi elettronici […]

Stando alla recente analisi di mercato pubblicata da Gartner, nel corso del 2016 saranno venduti oltre 270 milioni di dispositivi elettronici wearable (vestibili) per un valore di mercato pari a circa 28,7 miliardi di dollari; di questi ultimi circa 11,5 miliardi arriveranno dalla vendita di smartwatch.

Nel corso del 2016 e del 2017 assisteremo a un sostanziale incremento nelle vendite di smartwatch.

Nel corso del 2016 e del 2017 assisteremo a un sostanziale incremento nelle vendite di smartwatch.

Sebbene ci sia stata una prima frenata nelle vendite degli smartwatch dopo la prima ondata di vendite dell’Apple Watch – l’azienda di Cupertino si è assicurata i due terzi delle vendite globali per il 2015 – le previsioni per questo tipo di dispositivi restano più che rosee. Per il 2016 è stato stimato un incremento delle vendite pari a circa il 66%, mentre per il 2017 l’incremento stimato si assesta a circa il 32% rispetto all’anno attualmente in corso.

Anche il settore dei visori per la realtà  virtuale lascia intravedere crescite molto forti – da 0,14 milioni di unità  vendute nel 2015 a circa 1,43 milioni di unità  previste nel 2016 – senza però raggiungere un volume sufficiente a considerarlo già  come un mercato di massa.

Il 2016 sarà  un anno di conferme per i moltissimi dispositivi legati al fitness – dai braccialetti più semplici che misurano i passi a quelli più evoluti che rilevano il battito cardiaco e altri parametri corporei – che restano tra i gadget elettronici di maggior interesse grazie a un prezzo d’ingresso relativamente basso e alla loro semplicità  di utilizzo. Crescono anche gli orologi sportivi dotati di funzioni avanzate – come il Gps – per tutti gli amanti delle attività  all’aperto come il trekking, ma anche per gli agonisti che praticano nuoto, triatlon, escursioni in alta montagna e tanto altro ancora.

Con la rapida diffusione dei sensori integrati per la rilevazione del battito cardiaco, il 2016 potrebbe essere l’inizio del declino per le tanto utilizzate fasce cardio. Se i sensori integrati negli smartwatch, nelle fitband e negli sportwatch dovessero dimostrarsi realmente affidabili, dal prossimo anno potremo fare a meno di un accessorio da sempre utile, ma che spesso risulta piuttosto scomodo o fastidioso durante l’attività  sportiva.

Realme Watch S Pro

Wearable

Realme Watch S Pro, schermo AMOLED e GPS

Luca Colantuoni | 23 Dicembre 2020

Realme Smartwatch Wearable

Il Realme Watch S Pro è uno smartwatch con cassa in acciaio inossidabile, schermo AMOLED da 1,39 pollici, GPS e cardiofrequenzimetro.

Il produttore cinese ha annunciato un nuovo smartwatch in India. Il Realme Watch S Pro è la versione premium del Realme Watch S venduto anche in Italia. Tra i miglioramenti spicca lo schermo AMOLED. Non è noto se e quando arriverà nel nostro paese.

Il Realme Watch S Pro possiede un design simile a quello del Watch S, ma la ghiera è più appariscente. La cassa dello smartwatch è in acciaio inossidabile, mentre il cinturino è in silicone o pelle vegana. Lo schermo AMOLED ha una diagonale di 1,39 pollici e una risoluzione di 454×454 pixel. A titolo di confronto, il Watch S ha una cassa in lega di alluminio e uno schermo LCD da 1,3 pollici (360×360 pixel).

Il processore non è noto, ma potrebbe essere un ARM Cortex-M4. La dotazione hardware comprende inoltre accelerometro, giroscopio, sensore di luminosità, GPS e cardiofrequenzimetro. Quest’ultimo viene sfruttato per monitorare i battiti cardiaci e misurare il livello di ossigeno nel sangue (SpO2).

Realme Watch S Pro

Il Watch S Pro ha ricevuto la certificazione 5ATM, quindi funziona anche in acqua fino ad una profondità di circa 50 metri. Può rilevare 15 attività sportive, numero di passi, distanza, calorie bruciate e qualità del sonno, avvisare l’utente quando è necessario bere e ovviamente ricevere le notifiche dallo smartphone collegato tramite Bluetooth 5.0.

La batteria da 420 mAh offre un’autonomia massima di 14 giorni. Il Watch S Pro sarà disponibile dal 29 dicembre. Il prezzo è 9.999 rupie, pari a circa 111 euro in base al cambio attuale (tasse escluse). Il produttore non ha comunicato se verrà distribuito anche in Europa.

OnePlus

Wearable

OnePlus annuncerà uno smartwatch nel 2021

Luca Colantuoni | 23 Dicembre 2020

OnePlus Smartwatch Wearable

Pete Lau, CEO di OnePlus, ha confermato il lancio di uno smartwatch all’inizio del 2021, probabilmente insieme alla nuova serie di smartphone OnePlus 9.

Pete Lau, CEO di OnePlus, ha confermato che l’azienda cinese entrerà nel mercato degli smartwatch all’inizio del 2021. Il lancio del dispositivo era stato preannunciato la scorsa settimana durante un’intervista rilasciata al sito Input. A metà ottobre era stato mostrato su Twitter un disegno risalente al 2015.

Lo sviluppo di uno smartwatch era stato avviato nel 2015, ma OnePlus ha successivamente deciso di abbandonare il progetto per focalizzare il lavoro sugli smartphone. Il produttore cinese aveva infatti annunciato due modelli: OnePlus 2 e OnePlus X. Inoltre la piattaforma di Google (Android Wear, oggi Wear OS) scelta per il dispositivo non avrebbe potuto competere contro quella di Apple (il divario è netto anche dopo cinque anni).

https://twitter.com/oneplus/status/1316379482182348801

Il CEO non ha svelato nessun dettaglio, quindi non è possibile confermare se lo smartwatch avrà una forma circolare o rettangolare, come quella di Oppo Watch (Oppo e OnePlus sono entrambe sussidiarie della multinazionale BBK Electronics).

https://twitter.com/PeteLau/status/1341392977973960707

Lau ha dichiarato che Wear OS ha ampi margini di miglioramento, per cui OnePlus fornirà il suo aiuto per lo sviluppo del sistema operativo. Non è chiaro però se Wear OS verrà utilizzato per lo smartwatch. La nuova serie OnePlus 9 dovrebbe essere annunciata nel mese di marzo 2021, quindi il primo orologio digitale del produttore potrebbe essere mostrato in quell’occasione.

Ulteriori informazioni (ufficiali o “leaked”) verranno probabilmente divulgate nel corso delle prossime settimane. L’azienda cinese è già presente nel mercato dei dispositivi indossabili con gli auricolari OnePlus Buds. L’arrivo di uno smartwatch consentirà di creare un ecosistema di prodotti interconnessi.

Amazfit GTS 2 mini

Wearable

Amazfit GTS 2 mini disponibile in Italia

Luca Colantuoni | 15 Dicembre 2020

Smartwatch Wearable

Il nuovo smartwatch Amazfit GTS 2 mini con schermo da 1,55 pollici, GPS e cardiofrequenzimetro sarà disponibile da fine dicembre ad un prezzo di 89,90 euro.

Huami ha annunciato l’arrivo in Italia di un nuovo smartwatch economico. Amazfit GTS 2 mini, come si può dedurre dal nome, è la versione più piccola di Amazfit GTS 2, ma offre le stesse funzionalità ad un prezzo inferiore. Le uniche assenze sono la connettività WiFi e il supporto per Alexa.

Amazfit GTS 2 mini ha una cassa in lega di alluminio e un cinturino in silicone. Lo smartwatch è molto leggero (19,5 grammi) e funziona anche in acqua fino ad una profondità di circa 50 metri (certificazione 5ATM). Lo schermo AMOLED da 1,55 pollici ha una risoluzione di 354×306 pixel ed è protetto da un vetro 2.5D. La funzionalità Always-on Display permette di visualizzare l’ora in standby.

Il produttore non ha specificato processore, RAM e storage, evidenziando tuttavia la presenza di diversi sensori: GPS, accelerometro, giroscopio, bussola digitale, luce ambientale e ovviamente cardiofrequenzimetro. Quest’ultimo, di tipo ottico, permette di misurare i battiti cardiaci e la saturazione di ossigeno nel sangue (SpO2) mediante la tecnologia BioTracker.

Amazfit GTS 2 mini

Amazfit GTS 2 mini può inoltre monitorare la qualità del sonno nelle varie fasi (leggero, profondo e REM), il livello di stress e il ciclo mestruale. Lo smartwatch può rilevare oltre 70 attività sportive, tra cui nuoto, ciclismo e corsa. Tutti i dati vengono registrati nell’app Zepp in modo da tenere traccia dei progressi.

Utilizzando il collegamento allo smartphone via Bluetooth 5.0 è possibile controllare la riproduzione dei brani musicali e la fotocamera. Non manca la ricezione delle notifiche per chiamate, messaggi e app. La batteria da 220 mAh offre un’autonomia fino a 14 giorni con uso tipico. In modalità risparmio energetico si possono raggiungere i 21 giorni.

Amazfit GTS 2 mini sarà disponibile a fine dicembre in tre colorazioni: Flamingo Pink, Sage Green e Midnight Black. Il prezzo è 89,90 euro.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.