whatsapp web, whatsapp aggiornamento

WhatsApp novità aggiornamento note vocali e pubblicità

WhatsApp aggiornamento introduce due novità: ecco come cambiano le note vocali e come si inserirà la pubblicità nell’app di messaggistica.

WhatsApp aggiornamento – L’app di messaggistica più scaricata di sempre introduce alcune novità. Infatti su WhatsApp arrivano freschi aggiornamenti riguardo le note vocali e la pubblicità. Mentre per la tanto chiacchierata terza spunta blu, è solo una bufala che sta spopolando sul web.

WhatsApp aggiornamento note vocali

Dopo la novità che permette di registrare le note bloccando il tastino in alto e non tenendolo premuto, arriva un nuovo aggiornamento. Con la versione beta 2-18-362 è stata infatti inserita la novità che permette di ascoltare i messaggi vocali consecutivamente. Qualora arrivino infatti più messaggi audio, partiranno in riproduzione consequenziale senza dover cliccare il tasto play ogni volta. Dopo aver terminato il primo audio, partirà il secondo e così via. Questo aggiornamento è inserito sia nelle chat singole che quelle di gruppo. Al momento è ancora in fase di test, ma nelle prossime settimane arriverà sia su iOS che Android.

Per ascoltare le note in modo consequenziale basterà cliccare Play sul primo messaggio audio. L’applicazione farà capire a chi ascolta che ci sono altri messaggi da sentire con un suono particolare. Esso permetterà di capire che il messaggio è concluso ma che sta per iniziarne un altro. Un suono più prolungato invece servirà a far capire che la serie di audio si è conclusa.

Per ora la funzione è disponibile solo sulla versione beta di Android e dovrebbe arrivare su tutti i dispositivi in versione definitiva entro la fine del 2018.

Ma ecco un aggiornamento non tanto gradito.

1WhatsApp aggiornamento pubblicità

Anche su WhatsApp è in arrivo la pubblicità, nonostante le rimostranze degli utenti. Gli spot saranno inseriti sull’app a partire dal 2019, ancora non si sa in che formato e quantità. Che si tratti di mini video di qualche secondo o di banner, sicuramente non sarà un aggiornamento gradito, e anzi potrebbe portare una massiccia perdita di utenti. Dopotutto l’applicazione nasce come un veloce metodo di comunicazione, e la pubblicità troppo invasiva potrebbe rallentarla.

Non resta che aspettare e scoprire il destino che seguirà questa nuova introduzione il prossimo anno.

Indietro
PCProfessionale © riproduzione riservata.