whatsapp truffa codice contatto furto account

WhatsApp: se un contatto vi chiede un codice è una truffa

Massima attenzione ai messaggi WhatsApp che parlano di codici: la Polizia Postale ha segnalato una truffa in atto

Utenti di WhatsApp attenzione! La Polizia Postale ha segnalato infatti una truffa in atto che sfrutta la fiducia tra mittente e ricevente, per farsi inviare un codice di sei cifre. Questo, se inviato, abilita il furto dell’account sull’app di messaggistica. Ma vediamo con maggiore chiarezza di cosa si tratta e in cosa consiste questa truffa di WhatsApp.

Si sta diffondendo sempre di più questa truffa, come riporta la Polizia Postale, volta al furto degli account WhatsApp. La modalità scelta dai truffatori è quello di giocare sulla altrui fiducia, dato che il messaggio arriva proprio da una persona inclusa tra i nostri contatti.

“Ciao, ti ho inviato un codice per sbaglio, potresti rimandarmelo?” se vi arriva questo messaggio è altamente probabile che qualcuno stia tentando di rubare il vostro account di WhatsApp con una truffa. Il codice richiesto è quello univoco a sei cifre necessario a ultimare la procedura per il trasferimento rapido dell’account. Il truffatore infatti sta cercando di accedere al vostro profilo, ma ha bisogno proprio di un codice segreto di sei cifre. Questa procedura si usa in occasione del cambio di cellulare o del numero di telefono o quando si vuole trasferire Whatsapp. In questo caso Whatsapp invia il codice via SMS, e successivamente questo sarà richiesto dall’app, quando viene installata sul nuovo dispositivo. Questo codice serve infatti per autenticare l’identità di una persona.

Nel caso della frode per il furto dell’identità, un hacker utilizza il vostro numero di cellulare, per impossessarsi dell’account. Ma per completare la procedura ha bisogno del codice, che solo voi potete inviare. Notate bene che l’hacker in questione non è l’amico che vi figura come richiedente del codice sulla chat WhatsApp. Bensì si tratta di un software malevolo presente sul suo dispositivo, infatti il contatto è già stato vittima della truffa su WhatsApp e ha già subito il furto dei dati, tra cui la rubrica, dove c’era anche il vostro numero di telefono.

Questa catena quindi continua ad andare avanti, se altre persone cadono vittime dell’inganno dell’hacker. Pertanto se venite a conoscenza di un amico che ha subito tale truffa, o se vi arriva il fatidico messaggio, non esitate a contattate la Polizia Postale. Se doveste ricevere questo messaggio truffa su WhatsApp, il consiglio è quello di non rispondere.

PCProfessionale © riproduzione riservata.