wikipedia cambia look

News

Wikipedia ha un nuovo look dopo 10 anni: cosa cambia

Martina Pedretti | 20 Gennaio 2023

Wikipedia

Wikipedia opta per un nuovo look dopo più di 10 anni: quali sono le novità e cosa cambia durante la ricerca

Per la prima volta in oltre dieci anni, Wikipedia ha un nuovo look

In occasione del suo ventiduesimo compleanno, Wikipedia ha deciso di cambiare look. Il nuovo design segna la prima piccola rivoluzione per l’enciclopedia da oltre un decennio.

Infatti è dal 2011 che Wikipedia non apporta cambiamenti alla sua interfaccia. Tuttavia ora è in via di rilascio il restyling dell’enciclopedia libera, partendo dalla lingua inglese e arrivando anche a tutte le altre (attualmente quella italiana è ancora in fase di aggiornamento). Ma cosa cambia?

Le novità includono una barra di ricerca migliorata, uno strumento più intuitivo per cambiare lingua, un’intestazione aggiornata con collegamenti, una sezione rinnovata del sommario.

Non si tratta di un cambio drastico, ma in grande parte volto a regalare un’esperienza visiva più pulita ai visitatori. Tra le novità del cambio look di Wikipedia troviamo una nuova barra di navigazione laterale per muoversi nei paragrafi dei contenuti. In questo modo si migliora sia leggibilità delle pagine, che la ricerca al loro interno.

Table of Contents

Wikimedia Foundation ha annunciato il cambio di look, che con gradualità andrà a interessare tutti i quasi 60 milioni di articoli scritti in oltre 300 lingue. La nuova barra di navigazione laterale rimane fissa anche quando si scorre verso il basso o verso l’alto, e presenta dei link cliccabili ed espandibili che rimandano alle voci di Wikipedia.

Le novità includono anche un nuovo sistema di ricerca interno, che fornisce non solo un’anteprima di testo, ma anche un’immagine in miniatura. In questo modo gli utenti saranno facilitati durante la ricerca, grazie alle maggiori informazioni che hanno sulle pagine proposte dalla loro query.

Searchbar

Lo strumento per la modifica della lingua, è ora situato invece in alto a destra. Inoltre, la dimensione predefinita del carattere di Wikipedia è stata aumentata.

Vi piacciono queste novità introdotte con il cambio look di Wikipedia?

Wikipedia

News

Wikipedia, l’enciclopedia online avrà presto un nuovo look

Alfonso Maruccia | 24 Settembre 2020

Design Servizi Web Wikipedia

Il progetto Wikimedia ha avviato la lenta transizione verso il nuovo design di Wikipedia. L’enciclopedia online vuole essere più accessibile e al passo coi tempi nella sua versione desktop.

Dopo 20 anni di onorato servizio come la principale fonte di conoscenza e di ricerca disponibile online per gli utenti in tutto il mondo, Wikipedia si appresta a conoscere un periodo potenzialmente turbolento. Wikimedia, l’organizzazione che gestisce Wikipedia e gli altri progetti “gemelli” basati sul modello wiki, ha infatti deciso di rinnovare in maniera significativa il design del sito.

Nonostante la crescita vertiginosa, con 53 milioni di articoli disponibili in 300 lingue differenti, Wikipedia è rimasta come ferma nel tempo per quanto riguarda l’interfaccia presentata agli utenti. Da Wikimedia sottolineano come, negli ultimi 10 anni, la navigazione nel sito sia diventata “pesante” sia per i lettori che per chi produce/corregge/rettifica i contenuti dell’enciclopedia online.

Per tale ragione, gli sviluppatori hanno deciso di rendere la versione desktop Wikipedia un luogo online più accessibile sia per i nuovi utenti/contributori che per gli utilizzatori storici. Il processo di re-design è cominciato nel 2019, e se tutto va secondo i piani la nuova interfaccia rappresenterà la base di Wikipedia (e di tutte le altre “Wiki” di Wikimedia) entro la fine del 2021. Giusto in tempo per celebrare il ventesimo anniversario dell’enciclopedia.

Wikipedia redesign

Il design aggiornato di Wikipedia include diverse nuove funzionalità, prima fra tutte una barra laterale sinistra “collassabile”. In questo modo, dicono da Wikimedia, l’usabilità di Wikipedia ne dovrebbe giovare e gli utenti potranno concentrarsi senza troppe distrazioni sui contenuti propriamente detti – sia in lettura che in fase di modifica.

Un’altra delle novità annunciate riguarda poi una larghezza massima per una singola pagina di Wikipedia, un modo ancora una volta per accedere ai contenuti senza distrazioni. Secondo le ricerche, sostiene Wikimedia, un limite ben definito alla larghezza di una pagina aiuta a migliorare la ritenzione dei contenuti ivi presenti e a ridurre l’affaticamento alla vista.

Il processo di aggiornamento della UI di Wikipedia sarà lento e complesso, concedono gli sviluppatori, con bug, aggiustamenti in corso d’opera e diverse iterazioni successive. L’obiettivo, o forse la speranza, è di consegnare – entro l’anno prossimo – una nuova incarnazione dell’enciclopedia collaborativa in grado di soddisfare sia i nuovi arrivati che gli utenti storici.

wikipedia-a-favore-diritto-oblio

News

Wikipedia Italia, protesta contro la riforma europea del copyright

Alfonso Maruccia | 4 Luglio 2018

copyright Wikipedia

L’edizione italiana della celebre enciclopedia collaborativa prende una posizione chiara contro la nuova direttiva in via di approvazione nel parlamento europeo, una riforma del copyright che a dire dei suoi detrattori renderà Internet meno aperta e libera.

Nelle prossime ore il Parlamento europeo dovrà votare per accelerare l’approvazione della nuova direttiva sul copyright, una norma idealmente pensata per aggiornare e armonizzare le leggi sul diritto d’autore in vigore nei singoli paesi della UE. Un “upgrade” alle leggi comunitarie atteso dal 2001, che potrebbe però avere effetti estremamente deleteri sulla libera circolazione di informazioni e idee sul Web. Un rischio contro cui si è mossa Wikipedia Italia, che ha deciso di oscurare l’accesso a tutti i suoi articoli per sensibilizzare il pubblico (e magari anche i parlamentari europei) sulla questione.

Se si prova ad accedere alla quasi totalità delle voci della Wikipedia italiana, il browser viene reindirizzato a un comunicato pubblicato il 3 luglio che spiega le ragioni della protesta: Wikipedia Italia si è vestita di nero – almeno nel logo – e ha deciso di autocensurarsi per opporsi alla nuova direttiva della UE, una proposta di riforma che include norme potenzialmente in grado di “limiterà significativamente la libertà di Internet.”

La protesta fa in particolare riferimento a due articoli della direttiva comunitaria, quello che impone un ai siti Web più popolari di implementare un sistema di filtraggio dei contenuti degli utenti protetti dal copyright (articolo 13) e quello oramai noto come “link tax,” una norma che vorrebbe imporre il pagamento di una tassa ai siti che pubblicano link e brevi citazioni a notizie e articoli di quotidiani (articolo 11).

La nuova direttiva sul copyright è stata già squalificata come inutile, dannosa e pericolosa da oltre 70 studiosi informatici (incluso Tim Berners-Lee, il “papà” del Web moderno), 169 accademici e 145 organizzazioni impegnate nella difesa dei diritti umani e digitali, suggerisce il comunicato di Wikipedia, e nella peggiore delle ipotesi potrebbe persino portare alla chiusura dell’enciclopedia libera nella sua forma attuale.

Wikimedia – la società che gestisce Wikipedia e molti altri progetti collaborativi basati su “wiki” – è impegnata in prima linea nel contrasto alla riforma europea sul diritto d’autore, e come prevedibile l’autocensura di Wikipedia Italia ha avuto risalto anche sui siti internazionali. Al momento l’edizione italiana è la sola impegnata attivamente contro la direttiva della UE, una scelta che Maurizio Codogno – il portavoce di Wikimedia Italia – ha spiegato sottolineando l’attenzione e la sensibilità storica della comunità italiana sui temi della libertà in Rete. Il cinque luglio, data prevista per il voto del parlamento europeo, potremo verificare se la protesta avrà avuto successo o meno.

the last of us streaming gratis youtube

News

Il primo episodio di The Last of Us è disponibile gratis su YouTube

Martina Pedretti | 27 Gennaio 2023

the last of us

Guarda The Last of Us in streaming gratis su YouTube: Sky offre la prima puntata ai non abbonati al servizio

La prima puntata di The Last of Us gratis su YouTube

La serie TV più attesa del 2023 è arrivata! The Last of Us ha debuttato in Italia grazie a Sky e NOW, con il suo primo episodio in italiano e con il secondo in lingua originale. Ora la prima puntata è diventata disponibile gratis sul canale YouTube del colosso TV.

The Last of Us è una serie TV targata HBO, ispirata all’iconico franchise di videogiochi di Naughty Dog. La prima stagione si articolerà in nove episodi, in uscita settimanalmente su Sky e NOW.

La storia post-apocalittica vanta la presenza di Pedro Pascal nel ruolo di Joel e Bella Ramsey nel ruolo di Ellie, e ha ottenuto risultati record. Infatti è stato il secondo debutto migliore su HBO dal 2010, dopo House of the Dragon.

Ora chi non possiede un abbonamento a Sky o a Now può recuperare il primo episodio di The Last of Us gratis, in versione integrale sul canale YouTube del servizio. In questo modo nuovi spettatori potranno scoprire la serie in modo gratuito e farsi un’idea della storia, magari scoprendo una nuova chicca inaspettata.

The Last of Us racconta come, 20 anni dopo lo scoppio di una brutale pandemia da Cordyceps che trasforma gli esseri umani in mostri simili a zombie, il cinquantenne Joel, un contrabbandiere ormai privo di qualsiasi speranza verso l’umanità, è costretto a viaggiare attraverso gli USA insieme ad Ellie. Lei è una ragazzina di 14 anni che non ha mai vissuto al di fuori della zona di quarantena e deve raggiungere i ribelli, le Luci.

Ecco il primo episodio della serie:

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.