Asus ROG Strix X299-E Gaming II

Pensata per i giocatori, la X299-E Gaming II è però una scheda madre completa per desktop di fascia alta versatili.

La scheda madre ROG Strix X299-E Gaming II è l’evoluzione del modello di prima generazione che Asus ha introdotto sul mercato nel corso del 2017. La versione originale di questa piattaforma – basata sul chipset Intel X299 – era pensata per i processori Intel con architettura Skylake-X e Kaby Lake-X. Il modello aggiornato amplia il supporto ai nuovi processori con architettura Cascade Lake-X – introdotti sul mercato lo scorso 25 novembre – e migliora l’offerta di porte e connessioni a disposizione dell’utente.

La Asus ROG Strix X299-E Gaming II è una piattaforma in formato Atx con socket LGA2066 in grado di ospitare tutti i processori Intel Core X: dai modelli della serie 7000 ai più recenti modelli della serie 10000.
La Asus ROG Strix X299-E Gaming II è una piattaforma in formato Atx con socket LGA2066 in grado di ospitare tutti i processori Intel Core X: dai modelli della serie 7000 ai più recenti modelli della serie 10000.

Se il chipset Intel X299 non ha subito modifiche dal momento del suo lancio, altrettanto non si può dire delle schede madri realizzate attorno ad esso. La piattaforma Asus incarna questo spirito di cambiamento abbracciando le tecnologie più recenti. La ROG Strix X299-E Gaming II è quindi una scheda madre con solide basi per il presente e al tempo stesso proiettata al futuro. Per quanto riguarda il processore è presente il socket LGA2066 che permette di utilizzare processori della serie Core X 10000, 9000 e 7000 con un numero di core fisici variabile tra l’attuale massimo di 18 (Intel Core i9 10980XE) e un minimo di 6 (Intel Core i7 7800X). A fianco del Socket è sono presenti un totale di otto zoccoli per moduli di memoria DDR4; gli zoccoli sono due per ogni canale di memoria del processore.

Il chipset X299 utilizza la topologia HSIO (High Speed I/O) che gli permette di operare come uno switch Pci Express e di fornire l’infrastruttura per collegare al processore i controller I/O e le periferiche. Il chipset offre un massimo di 24 linee Pci Express e comunica con il processore per mezzo di una connessione Dmi 3.0 che di fatto è un collegamento Pci Express 3.0 di tipo x4. Queste caratteristiche permettono di implementare fino a un massimo di otto porte Serial Ata, dieci porte Usb 3.0 e quattordici porte Usb 2.0 ma i produttori di schede madri hanno il compito di scegliere quale combinazione offrire all’utente.

A fianco del socket LGA2066 sono presenti quattro zoccoli per moduli di memoria DDR$4.
A fianco del socket LGA2066 sono presenti quattro zoccoli per moduli di memoria DDR4.

La X299-E Gaming II è corredata di quattro porte Usb 3.2 Gen 2 (tre di tipo A e una di tipo C), sei porte Usb 3.2 Gen 1 (due sul pannello posteriore e quattro dai pin della scheda madre) e otto porte Usb 2.0 (quattro sul pannello posteriore e quattro sulla scheda madre). A queste porte si aggiunge un connettore Usb 3.2 Gen 2 per il pannello frontale che condivide la banda di trasferimento dati con lo slot Pci Express 3.0 x1.

La ROG Strix X299-E Gaming II affianca alle interfacce di rete cablate una connessione Wi-Fi 6 che supporta gli standard 802.11 a/b/g/n/ac/ax. Nella confezione è fornita l'antenna.
La ROG Strix X299-E Gaming II affianca alle interfacce di rete cablate una connessione Wi-Fi 6 che supporta gli standard 802.11 a/b/g/n/ac/ax. Nella confezione è fornita l’antenna.

La connettività di rete è davvero completa: sul pannello posteriore è presente una porta gestita dal controller Intel I219-V di classe Gigabit Ethernet e una porta gestita dal controller Realtek RTL8125-CG in standard 2,5 Gigabit Ethernet; entrambe le interfacce supportano la tecnologia ROG GameFirst che permette di privilegiare le connessioni dati dei videogiochi per ottenere basse latenze e alte prestazioni di connessione quando si gioca online. In aggiunta è presente un controller Wi-Fi 6 AX200 che supporta gli standard Wi-Fi 802.11 a, b, g, n, ac, e ax oltre alla connettività Bluetooth 5.0. Il comparto audio utilizza la soluzione ROG SupremeFX S1220A che fornisce supporto a configurazioni 7.1 in alta definizione.

Grazie al maggior numero di linee Pci Express supportate dal chipset X299 rispetto a quello di generazione precedente, le piattaforme Intel destinate al mercato HEDT offrono maggiore flessibilità nell’utilizzo di quelle gestite in modo diretto dal processore. A seconda del modello di Cpu sono disponibili un massimo di 28, 44 o addirittura 48 linee che possono essere utilizzate per le schede grafiche singole o in configurazione multipla e per la connessione diretta dei dischi o dell’interfaccia di rete. Le linee Pci Express del processore possono essere sfruttate in modalità x16/x16/x8 quando si usa una Cpu con 48 linee, in modalità x16/x16/x8 con le Cpu dotate di 44 linee, in modalità x16/x8/x4 con le Cpu dotate di 28 linee e in modalità x8/x8/x0 oppure x8/x4/x4 con i processori di classe Kaby Lake-X con 16 linee Pci Express.

Per quanto riguarda la gestione dei volumi di archiviazione dati, questa scheda madre offre ampie possibilità di scelta e di configurazione: sono presenti due slot M.2 connessi al processore e in grado di operare con connessione Pci Express 3.0 x4; a questi si aggiunge un terzo slot M.2 con le stesse caratteristiche ma connesso alle linee Pci Express 3.0 del chipset e otto porte Serial Ata 6 Gbps. La piattaforma supporta le tecnologie Intel Optane Memory e Rapid Storage; quest’ultima permette di realizzare volumi Raid con supporto alle modalità 0, 1, 5 e 10.

Sul pannello posteriore, da sinistra a destra, sono presenti 4 porte Usb 2.0, il tasto di recupero del bios, due porte Usb 3.2 Gen 1, quattro porte Usb 3.2 Gen 2, una porta di rete Gigabit e una a 2,5 Gbit, i connettori per le antenne Wi-Fi 6 e le porte audio.
Sul pannello posteriore, da sinistra a destra, sono presenti 4 porte Usb 2.0, il tasto di recupero del bios, due porte Usb 3.2 Gen 1, quattro porte Usb 3.2 Gen 2, una porta di rete Gigabit e una a 2,5 Gbit, i connettori per le antenne Wi-Fi 6 e le porte audio.

Sul pannello posteriore della X299-E Gaming II sono presenti quattro porte Usb 2.0 (nero), due porte Usb 3.2 Gen 1 (blu) e quattro porte Usb 3.2 Gen 2 (rosso e connettore Type-C). A queste si aggiungono una porta di rete di tipo Gigabit (rosso) e una con velocità di 2,5 Gigabit (nero); al fianco di queste trovate i connettori per l’antenna Wi-Fi 6 e le porte audio di tipo analogico e ottico. Il tasto fisico permette di eseguire operazioni per il reset e il recupero del bios della scheda madre.

La confezione della ROG Strix X299-E Gaming II è completa di tutti gli accessori necessari ad assemblare la sceda all'interno di un desktop. Oltre ai cavi di connessione per i dischi e all'antenna Wi-Fi trovate le sonde termiche e cavi accessori. Non mancano gli adesi ROG.
La confezione della ROG Strix X299-E Gaming II è completa di tutti gli accessori necessari ad assemblare la sceda all’interno di un desktop. Oltre ai cavi di connessione per i dischi e all’antenna Wi-Fi trovate le sonde termiche e cavi accessori. Non mancano gli adesi ROG.

La qualità costruttiva di questa scheda, seppure non sia il modello top di gamma dell’offerta Asus, è decisamente alta: il layout permette di gestire senza troppe difficoltà le tante funzioni e i tanti connettori presenti sulla scheda. Il bios Asus offre ampi margini di configurazione e si adatta bene sia all’utente meno esperto sia a quello che desidera selezionare singolarmente i parametri operativi per ottenere il massimo delle prestazioni dai singoli componenti installati. Oltre alle impostazioni del bios sono presenti jumper fisici per alcune funzioni di overclock e over volt dei componenti così come attacchi per sensori termici; questi sono ideali per monitorare la temperatura di specifiche zone all’interno del telaio a rischio di surriscaldamento. Al centro della scheda è presente un pratico schermo che mostra i parametri operativi della scheda o in alternativa i messaggi di analisi durante la fase di boot della sistema. Questo schermo abbinato al canonico display alfanumerico permette di isolare in modo rapido i codici di errore e individuare l’origine di possibili malfunzionamenti del sistema. Per tutti gli amanti dei desktop che non passano inosservati, la X299-E Gaming II supporta la tecnologia Aura: sulla scheda sono presenti Led RGB che possono essere sincronizzati con quelli di altri componenti – ad esempio la scheda grafica – o periferiche esterne come mouse e tastiera.

La Asus ROG Strix X299-E Gaming II è un’ottima scheda per tutti coloro che intendono realizzare un desktop di fascia alta da configurare in modalità di overclock per ottenere il massimo delle prestazioni dal processore, dalle memorie e dalla scheda grafica. Il rovescio della medaglia di prodotti come questo è il prezzo: 489 euro. Se da un lato si ha accesso a un vasto pacchetto di funzioni e opzioni di configurazione, dall’altro il prezzo da pagare è elevato. Resta quindi l’indicazione di valutare l’acquisto della X299-E Gaming II con un occhio di riguardo alle funzioni che saranno effettivamente utilizzate; in alternativa potete optare per una scheda madre – sempre con chipset X299 e aggiornata alle nuove tecnologia – di fascia inferiore come la Prime X299-A II con cui potete risparmiare circa 130 euro.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
Giornalista con background in Ingegneria Aerospaziale. Appassionato di tecnologia, fotografia e viaggi nelle terre fredde.