Gigabyte Z390 Aorus Master

Una scheda madre Z390 pensata per regalare soddisfazioni sia ai videogiocatori sia agli overclocker.

La linea di prodotti Aorus di Gigabyte è indirizzata agli utenti evoluti che cercano un prodotto con caratteristiche sopra la media e ai videogiocatori che desiderano realizzare un sistema di gioco dalle prestazioni elevate. La Z390 Aorus Master integra funzioni evolute che si sovrappongono a quelle di base offerte dal chipset e richieste dalle specifiche Intel.

Gigabyte Z390 Aorus Master
La Gigabyte Z390 Aorus Master si presenta con un look che lascia trasparire il carattere deciso e votato alle prestazioni.

Questa scheda madre fa dell’affidabilità e delle prestazioni il suo tratto distintivo. Grazie alla presenza di un Vrm a dodici fasi di alimentazione collegato all’alimentatore per mezzo di due connettori a 8 pin, la Aorus Z390 Master è in grado di erogare segnali di alimentazione stabili, precisi e adatti per operazioni di overclock. Tutto è pensato, infatti, per riuscire a sfruttare al massimo la nona generazione di processori Intel Core e in particolare i modelli di punta in grado di raggiungere la frequenza di 5 GHz in modalità Turbo anche in assenza di overclock. Le possibilità offerte dal comparto di alimentazione della Z390 Aorus Master e dal bios aprono le porte a overclock molto spinti.

Caratteristiche della Z390 Aorus Master

A livello costruttivo, la Z390 Aorus Master appare da subito solida, organizzata e, soprattutto, ben equipaggiata. A fianco del socket sono presenti quattro zoccoli per i due canali di memoria Ddr4 e tre slot Pci Express 3.0. Per la sezione di archiviazione sono presenti tre slot M.2 connessi al bus Pci Express 3.0 (due supportano anche unità Sata) e dotati di dissipatore passivo; questo è estremamente utile quando si utilizzano di dischi Ssd ad alte prestazioni. Sulla scheda madre sono presenti anche sei porte Sata 6 Gb/s con supporto a configurazioni Raid 0, 1, 5 e 10. L’utilizzo del formato Atx, tipico dei desktop di gamma più alta, offre tanto spazio per garantire un’oculata organizzazione dei componenti a montaggio superficiale e un’ottima accessibilità ai connettori dedicati all’installazione dei dischi M.2 così come ai cavi e agli altri componenti hardware.

Qualità costruttiva

L’attenzione ai dettagli è un altro elemento distintivo di questo prodotto. Tutti i connettori e gli zoccoli principali, quelli dedicati all’installazione di componenti e quindi potenzialmente soggetti a pressione da parte dell’utente, sono rinforzati con armature in metallo.

Trattandosi di un modello dedicato a un’utenza evoluta che cerca il massimo delle prestazioni e che potrebbe utilizzare il sistema a pieno carico per lunghe sessioni di gioco senza interruzione, la dissipazione del calore rappresenta un elemento essenziale per la stabilità. Per questo motivo tutti i connettori in formato M.2 sono corredati di serie di un dissipatore passivo con pad termico, così da poter mantenere i chip di memoria dei dischi M.2 all’interno dei corretti parametri di temperatura.

Gigabyte Z390 Aorus Master
Il pannello posteriore della Gigabyte Z390 Aorus Master è ben realizzato. Di base troviamo la piastra di finitura già integrata e un set completo di porte per le periferiche esterne. Spiccano i connettori per le antenne wireless e i tasti rapidi per l’accensione e il rese de bios.

Sul pannello posteriore, dotato di maschera di finitura integrata, sono presenti due porte Usb 3.1 Gen 1, quattro porte Usb 3.1 Gen 2 (una Type-C) e quattro porte USB 2.0. A tutto ciò si aggiunge una uscita Hdmi, le porte audio, una porta Ethernet di classe Gigabit gestita dal controller Intel I219V e i connettori per le antenne Wi-Fi e Bluetooth. Questa scheda, infatti, sfrutta la tecnologia CNVi Wireless-AC 802.11ac che Intel ha introdotto proprio con il chipset Z390.

Il comparto audio è un altro punto forte di questo modello. A fianco del controller Realtek ALC1220-VB è presente il chip ESS SABRE con DAC ES9118 per restituire una qualità audio di classe superiore.

PRESTAZIONI
ModelloGigabyte Z390 Aorus Master
BAPCo SYSmark 2018 (1.0.0.39)
SM 2018 Overall Rating2167
Productivity1803
Creativity2950
Responsiveness1912
BAPCo SYSmark 2018 (1.0.0.39) - Energy Consumption
Overall Energy Consumption (Wh)87,97
Productivity (Wh)38,14
Creativity (Wh)26,89
Responsiveness (Wh)22,95
UL Benchmark PCMark 10 (1.1.1739)
Standard7061
Express6141
Extended8347
Geekbench 4.2.3 Pro
Singolo core6155
Multi core32522
Maxon Cinebench R15
Singolo core218
Multi core2005
Corona 1.3 Benchmark
Rendering Ray/s4590800
Rendering time (s)105
Blender 2.79b - Benchmark
Gooseberry Benchmark 1.0 (s)1941
Luxmark 3.1
Neumann TLM-102 SE2235
Hotel lobby881
Handbrake 1.1.2 - Transcodifica
SHQ [email protected] da H264 a H265 (s)108
SHQ [email protected] da H265 a H264 (s)129
UL Benchmark 3DMark (2.6.6174)
Time Spy Extreme3225
Time Spy6724
Fire Strike Ultra4701
Fire Strike Extreme8775
Fire Strike17683

Il chipset Intel Z390

Con l’introduzione dei processori Intel Core di nona generazione sono arrivata sul mercato anche la serie di schede madri basate sul chipset Z390. Quest’ultimo non è un elemento necessario per poter utilizzare i più recenti processori Intel Core – questi sono compatibili anche con le piattaforme dotate di chipset Intel Z370 – ma se state realizzando da zero una configurazione desktop potrebbe valere la pena propendere per la nuova generazione di schede madri.

Chipset Intel Z390
Il chipset Intel Z390 presenta poche modifiche rispetto al precedente Z370. Ora c’è il supporto per il modulo wireless.

Per la maggior parte delle sue componenti e funzioni, il chipset Z390 è sostanzialmente identico a quello Z370 che lo ha preceduto. Tuttavia alcune caratteristiche sono state migliorate, mentre altre hanno fatto per la prima volta la loro comparsa.

Il nuovo chipset Z390 supporta fino a 6 porte Usb 3.1 Gen 2 in aggiunta alle 10 porte Usb 3.1 Gen 1 supportate dal chipset Z370. L’unica funzionalità aggiunta e disponibile solo sulle schede madri dotate di chipset Z390 è il supporto alla tecnologia Intel CNVi Wireless-AC 802.11ac. Questa sposta gli elementi chiave della tecnologia Wi-Fi e Bluetooth all’interno del processore. La connettività wireless è tradizionalmente gestita da un controller separato che può essere integrato direttamente sul Pcb della scheda madre o fornito come modulo accessorio che si innesta sul bus Pci Express. Utilizzando un processore Intel core di nona generazione e una scheda madre con chipset Intel Z390 gli elementi chiave per la gestione delle connessioni wireless è integrata nel processore; a ciò si aggiunge un modulo di accompagnamento RF (CRF) in formato M.2 (2230 e 1216) per la gestione dei segnali di trasmissioni veri e propri.

Gigabyte Z390 Aorus Master
Il layout dell Gigabyte Z390 Aorus Master sul formato Atx è ben organizzato così da trovare un posto comodo e facilmente accessibile a tutti i connettori.

Per quanto riguarda tutto il resto, il chipset Z390 ripropone le medesime caratteristiche di quello Z370: supporto a 6 porte Sata a 6 Gb/s, supporto a 24 linee Pci Express 3.0, supporto a 3 zoccoli per dischi NVMe e supporto alla tecnologia Intel Optane Memory. Ancora, supporto a 2 canali di memoria con 2 zoccoli per canale e supporto a 3 uscite video per la grafica integrata nel processore.

Aggiornare oppure no?

Decidere se è opportuno aggiornare la scheda madre o preferirne una con chipset Z390 è piuttosto semplice: se la velocità delle porte Usb è un elemento chiave per il vostro modello di lavoro – ricordate che vi servono periferiche che supportano lo stesso standard per poterne apprezzare le potenzialità velocistiche – e se l’integrazione del comparto wireless sono un valore aggiunto significativo, allora optate per una schede madre Z390. Se queste caratteristiche non hanno un impatto immediato o comunque significativo sul vostro modello di utilizzo, allora potete scegliere con estrema tranquillità anche un modello con chipset Z370, riuscendo molto probabilmente anche a risparmiare qualcosa sul budget di acquisto. Ricordate comunque di verificare che il modello di scheda madre da voi scelto sia effettivamente compatibile con il processore Intel Core di nona generazione che intendete utilizzare; quasi certamente l’unica cosa da fare sarà aggiornare il Bios all’ultima versione disponibile.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
RASSEGNA PANORAMICA
Stelle
Giornalista con background in Ingegneria Aerospaziale. Appassionato di tecnologia, fotografia e viaggi nelle terre fredde.