Presentato ufficialmente in Italia lo scorso 2 novembre, il monitor Philips Brilliance 328P è stato sviluppato per offrire in un unico prodotto un ampio spazio di lavoro con risoluzione 4K e un’ampia gamma di colori – 1,07 miliardi – grazie all’impiego della tecnologia VA (Vertical Alignment) che garantisce immagini vivide e brillanti oltre che angoli di visione particolarmente ampi. Il pannello da 31,5 pollici si adatta molto bene alla risoluzione 4K da 3.840 x 2.160 pixel e offre una scrivania ampia sia in termini di pixel visualizzati sia in senso assoluto. Grazie alla tecnologia Flicker Free si ha un ridotto sfarfallio delle immagini così da ridurre al minimo l’affaticamento della vista anche per chi passa molte ore davanti al monitor.

philips_3Attraverso i test eseguiti con il colorimetro Datacolor SpyderElite 4 abbiamo misurato un gamut che copre il 100% dello spazio colore sRgb e il 91% dello spazio colore Adobe Rgb. Il blu primario è ben centrato sulla tonalità  prevista da entrambi gli standard; il rosso primario è molto più profondo e permette di ottenere rossi anche molto carichi, mentre il verde primario è discostato da quello previsto dallo standard Adobe Rgb e per questo motivo non permette di coprire questo spazio colore in modo ottimale, anche se lo spazio colore coperto – come è possibile vedere dal grafico del gamut – risulta particolarmente esteso.

I test di uniformità  dei colori e di risposta tonale hanno fatto rilevare ottimi risultati, mentre questo esemplare della linea Philips Brilliance 328P è risultato un po’ scarso per quanto riguarda l’uniformità  della luminosità : la sonda ha rilevato che la zona verticale di sinistra è meno luminosa rispetto all’altra porzione del monitor con differenze anche del 20%.

A livello costruttivo questo monitor ripropone le caratteristiche che contraddistinguono i prodotti Philips di fascia più alta: la base solida e pesante conferisce stabilità  al pannello, garantendo al tempo stesso ampi margini di regolazione in altezza, in inclinazione rispetto alla verticale e in rotazione rispetto a piano di lavoro; non manca ovviamente la possibilità  di utilizzare il monitor in modalità  pivot per chi ha necessità  di uno spazio di lavoro allungato sulla verticale.

diagrammi
A sinistra: il gamut copre il 91% dello spazio colore Adobe Rgb. A destra: l’unico neo di questo monitor è la scarsa uniformità  della luminosità  sul pannello.

Sul lato del display è presente anche un Hun Usb 3.0 con quattro porte (una capace di eseguire la ricarica veloce dei dispositivi) che permette di collegare in modo comodo e rapido unità  esterne anche quando il desktop in una posizione di non facile accesso. Per quanto riguarda la connettività  video, questo modello offre un ingresso Displayport, uno Hdmi (con supporto alla tecnologia MHL per connettere dispositivi smart come cellulari o tablet), una Dvi dual link e una porta Vga.

philips_2

Il prezzo su strada pari a 699 euro colloca il Philips Brilliance 328P in una fascia di prezzo accessibile a chi ricerca un display con un’elevata qualità  dell’immagine, con una diagonale ampia e con una risoluzione elevate e adatta sia a chi esegue lavori creativi sia a chi si occupa di progettazione tecnica. Non si tratta di un prodotto di classe professionale e questo è confermato dalla mancanza di uniformità  nella luminosità  del pannello; si tratta di una caratteristica imprescindibile per chi effettua correzione del colore o produzione di contenuti multimediali a livello professionale, ma anche di una qualità  difficile da ottenere su un display così grande mantenendo un costo ridotto per l’utente finale.

Philips 328p brilliance
Euro 699 Iva inclusa
Voto: 7,5

+ PC PRO: Display di grandi dimensioni • Risoluzione 4K

– PC CONTRO: L’uniformità  della luminosità  è migliorabile

Produttore: Philips

CONDIVIDI

Giornalista con background in Ingegneria Aerospaziale. Appassionato di tecnologia, fotografia e viaggi nelle terre fredde.