Il “Destino” di Bungie

Lo sviluppatore che ha creato la serie Halo e che ora è sotto l’egida di Activision a rivelato a Seattle il suo nuovo titolo, Destiny, uno sparatutto fantascientifico calato in un mondo dove tutto è connesso e condiviso tra i giocatori.
L’esperienza di gioco che si propspetta, dunque, più che focalizzarsi su un personaggio carismatico come Master Chief, si estenderà  in un mondo persistente dove la componente multiplayer rappresenta un elemento essenziale.
Il giocatore impersonerà  un Guardiano, ossia un soldato che presidia la Torre all’interno della Città , l’ultimo avamposto rimasto sulla terra dopo la cosiddetta Età  dell’Oro, che dovrà  fronteggiare i nemici che popolano il Sistema Solare.
L’essenza del gioco sarà ò quella di un titolo giocabile sì in single palyer, ma che spingerà  l’utente a unirsi con altri giocatori per affrontare ogni avventura in maniera nuova e più complessa.
Altro fattore interessante il gioco uscirà  sulle attuali console per poi spostarsi anche su quelle di prossima generazione, in un cross-platform che, per la prima volta diventa “verticale”.
Bungie e Activision non hanno ancora annunciato una data di uscita ufficiale, ma si parla del prossimo 6 ottobre per le versioni Xbox 360 e PlayStation 3.

Nessun Articolo da visualizzare