Il Monopoly compie 75 anni e diventa un videogioco

Dopo la versione tascabile e quella con tanto di bancomat, il gioco da tavolo più famoso al mondo diventa anche videogioco, per una dinamica esperienza in 3D.
MonopolyProdotto in 40 lingue, diffuso in 106 paesi, ben 275 milioni di scatole vendute. Dal 1935 ad oggi si stima che in tutto il mondo più di un miliardo di persone ci abbiano giocato. Monopoly è senza dubbio il gioco da tavolo più famoso di tutti i tempi, tanto da convincere il grande Ridley Scott a trarne ispirazione per un film (che uscirà  nel 2012). Intanto adesso, in occasione dei suoi 75 anni, diventa un videogame in cui il mitico tabellone che da Vicolo Stretto porta a Parco della Vittoria prenderà  vita, con gente che cammina per le strade e case e alberghi che nascono per davvero.

Il videogioco nasce grazie alla partnership di due colossi internazionali dell’intrattenimento, ovvero Hasbro ed Electronic Arts. L’obiettivo sarà  sempre lo stesso: mandare in bancarotta gli avversari e diventare i più ricchi, aggiudicandosi il titolo di Mister Monopoly. Lo stile diventa simile a quello di un cartoon di ultima generazione, pur mantenendo, per i fan più tradizionalisti, la possibilità  di giocare nella maniera classica.

La prima novità  che salta all’occhio è che il classico Monopoly diventa tridimensionale, animandosi come un microcosmo in cui chi ha fiuto per gli affari può diventare il numero uno. I quartieri saranno vivi, con strade popolate di automobili e persone, con negozi in piena attività , e la vita della città  rispecchierà  le azioni dei giocatori. Questi diventando più o meno ricchi in base ai successi ottenuti (e alle proprietà  conquistate) potranno così di girare per le vie della città  emulando Rockfeller o Donald Trump, toccando con mano i progressi dei propri investimenti immobiliari.

Naturalmente, all’interno dei quartieri più esclusivi, come Parco della Vittoria o Viale dei Giardini, verranno costruite ville e hotel di lusso, incrementandone ancora di più l’attrattività  e il valore. Costruendo invece nelle aree più economiche le si potrà  migliorare attraverso la costruzione di edifici più modesti, ma non per questo meno interessanti. Il tutto per la gioia degli aspiranti Mister Monopoly, che si crogioleranno dall’alto dei loro lussuosi quartieri generali, ma solo se gli affari andranno a gonfie vele. Viceversa, se l’andamento delle loro fortune procederà  a rilento e non andrà  tutto per il verso giusto, ci si dovrà  accontentare di un ufficio piccolo e malconcio.

Adesso, quindi, si potrà  passeggiare allegramente per le vie di Monopoly e fare un po’ quello che ci pare. La novità  assoluta del primo videogame dedicato al gioco da tavolo più famoso al mondo è, infatti, la possibilità  di personalizzare e confezionare su misura le regole del gioco e condividerle con gli amici. Oltre alle classiche versioni per Pc, Ds, Wii, Xbox 360 e Play Station 3, sarà  anche possibile divertirsi in modalità  online e sfidare gli aspiranti magnati sparsi per il mondo in tempo reale, seguendo una graduatoria con i progressi fatti da ciascuno e le classifiche sia a livello locale, sia nazionale che globale.

Nessun Articolo da visualizzare