Videogame

Il videogioco di guerra? Lo si potrà  anche annusare.

Redazione | 18 Maggio 2009

Gaming

Odori percettibili all’olfatto per un maggior livello di interazione. “Amo l’odore del napalm alla mattina”, così recitava una celebre frase […]

Odori percettibili all’olfatto per un maggior livello di interazione.
“Amo l’odore del napalm alla mattina”, così recitava una celebre frase del film Apocalipse Now pronunciata dal Colonnello Kilgore alias Robert Duvall. Una frase che ora dalla finzione filmica potrebbe passare alla realtà  grazie a un innovativo progetto che vede, tra i suoi finanziatori, addirittura il Ministero della Difesa della Gran Bretagna.
L’idea, infatti, sarebbe quella di ricreare l’odore delle battaglie in apposite video esercitazioni al fine di far comprendere ai soldati come determinati odori siano strettamente connessi all’insorgere di ben precise conseguenze. Qualora tale nuova tecnologia dovesse rivelarsi valida si aprirebbero le porte a un suo utilizzo sulle console di nuova generazione come Xbox 360 e PlayStation 3.
Al lavoro su questo progetto si trova un team composto da psicologi e ingegneri sotto la guida del Professor Bob Stone, Direttore dello Human Factors Integration Defence Technology Centre (HFIDTC) alla Birmingham University. L’intento è ovviamente quello di ricreare un ambiente di allenamento virtuale nel quale tutti i sensi del soldato siano stimolati ed allenati a riconoscere ogni sollecitazione e a reagire nella maniera più indicata.
Fondata o meno che sia la notizia in questione, è certo che, nel prossimo futuro, si potrebbero aprire delle prospettive davvero inedite nel settore dei videogiochi. In un gioco di Formula Uno o motociclismo si potrebbe letteralmente annusare l’odore delle gomme bruciate sull’asfalto, mentre in un Survival Horror non osiamo nemmeno pensare a che odori si potrebbero respirare…
La notizia completa la potete trovare qui.