Valve e una nuova console

Secondo le parole di Gabe Newell, co-fondatore e Amministratore Delegato, se Valve decidesse di creare un proprio hardware da gioco avrebbe tutte le carte in regola per farlo.
La dichiarazione è estrapolata da un’intervista più ampia su Penny-Arcade in cui il numero uno di Valve, lo sviluppatore responsabile di progetti importantissimi come Half-Life e Portal, ha affrontato a 360 gradi il tema delle console (vecchie e nuove) sottolineando come Atari e SEGA fossero in grado di sviluppare console da gioco con un’anima, mentre le attuali piattaforme, seppure molto potenti, sono soltanto macchine asettiche e prive di personalità . Quello che Newell vorrebbe è un mercato più aperto in cui l’innovazione rappresentasse davvero la stella polare da seguire e se ciò significasse dover produrre una nuova piattaforma di gioco Valve sarebbe pronta per farlo.
Resta comunque il dubbio che Valve possa gettarsi in un’avventura così ricca di incognite come è quella di produrre un nuovo hardware da gioco. La storia dimostra che anche colossi come Sony e Microsoft hanno impiegato molti anni prima di rientrare dei costi di produzione delle loro console e hanno dovuto affrontare problemi non certo indifferenti.
Del resto Valve molto più probabilmente continuerà  a lavorare su Steam che, nel corso degli anni, si è dimostrata una piattaforma affidabile e remunerativa per la diffusione di videogiochi tramite il download digitale.

Nessun Articolo da visualizzare