Come fare il backup di una casella email con Ubuntu

Esistono molti software per Windows che permettono di effettuare il backup delle caselle di posta elettronica, ad esempio MailStore Home che abbiamo recensito sul numero 265 di PC Professionale (aprile 2013). Gli utenti Linux potrebbero scaricare le email con un client come Mozilla Thunderbird, ma se invece vogliono creare un semplice backup di una casella remota, magari da inserire all’interno di uno script più complesso, devono rivolgersi a software specifici, come per esempio Getmail. Vediamo come configurarlo, in Ubuntu: per prima cosa aprite Ubuntu Software Center e inserite getmail nel campo di ricerca, selezionate la voce Mail retriever e fate clic sul pulsante Installa. Una volta conclusa l’operazione, chiudete il Software Center a aprite il terminale; getmail è un software molto semplice, che lavora in background e necessita di un file di configurazione che dev’essere creato a mano. Create una sottocartella per contenere le impostazioni, con il comando:

[symple_box color=”red” text_align=”left” width=”100%” float=”none”]

mkdir -m 0700 ~/.getmail

[/symple_box]

Create poi una seconda cartella dove sarà  memorizzato il backup:

[symple_box color=”red” text_align=”left” width=”100%” float=”none”]

mkdir -m 0700 ~/mail-archive

[/symple_box]

Infine create anche un file vuoto, che getmail provvederà  poi a riempire:

[symple_box color=”red” text_align=”left” width=”100%” float=”none”]

touch ~/mail-archive/mail-backup.mbox

[/symple_box]

Aprite un editor di testi, come per esempio gedit, e digitate quanto segue:

[symple_box color=”red” text_align=”left” width=”100%” float=”none”]

[retriever]

type = SimplePOP3SSLRetriever

server = pop.gmail.com

username = <nome_utente>@gmail.com

password = <password>

[destination]

type = Mboxrd

path = ~/mail-archive/mail-backup.mbox

[options]

verbose = 2

message_log = ~/.getmail/mail.log

[/symple_box]

Nell’esempio abbiamo inserito dati validi per un account Gmail: personalizzate in modo opportuno la configurazione modificando le righe server, username e password. Salvate il file con il nome getmailrc, all’interno della cartella ~/.getmail creata poco fa. Chiudete l’editor e tornate alla finestra del terminale; digitate getmail per avviare il download. In alcuni casi, l’esecuzione potrebbe interrompersi a metà : questo accade per esempio con Gmail, se si supera il numero massimo di messaggi scaricati per sessione; basta attendere qualche minuto e riavviare getmail, che riprenderà  il lavoro dal punto in cui si era fermato.

Sistemi Operativi 4

PCProfessionale © riproduzione riservata.