Come verificare la presenza di pixel difettosi sullo schermo di un dispositivo Android

Anche sui gadget mobile basati sull’OS di Google è possibile effettuare un test alla ricerca di pixel bruciati o bloccati. In caso di problemi, comunque, è sempre consigliabile richiedere il rimborso.

Nel moderno panorama dei gadget portatili dotati di schermi con risoluzioni sempre più estreme, il problema dei pixel difettosi è diventato fonte di potenziale angoscia anche quando usiamo uno smartphone o un tablet. Fortunatamente, i sistemi per identificare i pixel bruciati sono numerosi e di facile utilizzo al pari di quanto è già fattibile da anni sui PC Windows.

Per verificare la presenza di pixel bruciati (completamente neri) o bloccati (“accesi” su un solo colore tutto il tempo) su uno smartphone Android è possibile utilizzare la app Dead Pixel Test, un tool dalle dimensioni estremamente compatte e dalle funzionalità davvero ridotte all’osso (e assolutamente priva di pubblicità) ma che può nondimeno servire al nostro scopo.

Dead Pixel Test - 1

Una volta installata e mandata in esecuzione, la app presenterà una schermata nera con un semplice messaggio che invita a toccare lo schermo in un punto qualsiasi; fatto ciò, Dead Pixel Test riempirà lo schermo di una serie di colori “primari” (uno per ogni tocco da parte dell’utente) facilitando così la ricerca e l’identificazione di eventuali pixel difettosi nascosti nei punti meno “visibili” del nostro schermo.

Dead Pixel Test - 2

Una volta completato il ciclo dei colori primari, Dead Pixel Test inviterà l’utente a toccare un’ultima volta lo schermo per “chiudere” la app. In realtà, sul dispositivo di test la app resta in memoria anche in seguito all’ultimo tap, ed è stato quindi necessario accedere alla schermata di gestione di Android per chiederla definitivamente.

Ovviamente, come è già necessario durante la “caccia” di pixel difettosi sullo schermo di un PC, per evitare l’identificazione di “falsi positivi” è altamente consigliabile pulire accuratamente il display del telefonino prima del test per rimuovere tutti i granelli di polvere presenti sulla superficie.

Nella migliore delle ipotesi, Dead Pixel Test ci permetterà di verificare l’ottimo stato di salute del display del nostro smartphone Android con la totale assenza di pixel difettosi. Nel peggiore dei casi, la app identificherà uno o più pixel difettosi o bloccati permettendoci di richiedere un rimborso o una sostituzione. L’ideale sarebbe utilizzare Dead Pixel Test subito dopo aver acquistato un nuovo dispositivo Android, così da massimizzare il successo del tentativo di richiesta di rimborso di cui sopra.

PCProfessionale © riproduzione riservata.