windows 10

Come elencare lo spazio usato da Ripristino di configurazione dalla shell di Windows

Una utility da riga di comando ci permette di avere un quadro chiaro e immediato di tutto lo spazio usato da Ripristino di configurazione di sistema

0
603

Dalla sua prima introduzione nell’oramai lontano 2000, assieme al discusso Windows ME, Ripristino configurazione di sistema si è nel tempo evoluto fino a diventare parte integrante del sistema di backup e ripristino nativo di Windows: il tool Ripristino di configurazione permette di tornare “indietro nel tempo” nella configurazione del sistema operativo di casa Microsoft, così da risolvere eventuali problemi di installazione di driver malfunzionanti e non solo. Alla base di Ripristino di configurazione c’è la tecnologia delle Copie shadow, una caratteristica attiva di default sulle ultime versioni di Windows che si incarica di creare, manualmente o in automatico, copie di backup di file, cartelle o di un intero volume in uno specifico momento nel tempo.

Su Windows 10, le copie shadow sono gestite dal servizio Copia shadow del volume o Volume Shadow Copy (VSS), ed è appunto il servizio VSS che viene invocato da Ripristino di configurazione ogni qual volta è necessario creare o ripristinare uno snapshot del sistema salvato in precedenza. Ripristino di configurazione alloca una certa quantità dello spazio disponibile su disco per il salvataggio delle copie shadow, e se vogliamo conoscere la porzione di spazio fisicamente occupato al momento possiamo servirci dell’interfaccia di Windows consultando le impostazioni accessibili navigando in Pannello di Controllo, Sistema e infine Protezione sistema.

Ripristino Configurazione di Sistema
La GUI di Ripristino Configurazione di Sistema

Se invece vogliamo agire dalla riga di comando, possiamo servirci dello strumento di amministrazione vssadmin: dopo aver elevato i privilegi della shell come indicato in questa guida, quindi, digitiamo il comando vssadmin list shadowstorage per ottenere un elenco completo di tutte le copie shadow attualmente presenti sul sistema.

Rispetto alla GUI di Ripristino di configurazione, l’utility vssadmin ha il vantaggio di elencare, in una singola schermata di testo, lo spazio utilizzato dalle copie shadow per tutti i dischi collegati al PC. Informazioni che potranno tornarci utili in seguito, sia per modificare la porzione di disco (o di dischi) da dedicare a Ripristino di configurazione che eventualmente per decidere di cancellare le copie shadow attualmente salvate.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.