I migliori accessori per i tablet

Schermata 2014-07-02 alle 10.17.08

Avete appena acquistato un tablet con l’idea di farne il vostro ufficio portatile nel corso della settimana e il vostro inseparabile compagno d’avventura per una breve escursione nel weekend, oppure durante un lungo viaggio. Le campagne pubblicitarie hanno catturato la vostra attenzione decantando le potenzialità  di un dispositivo di ultima generazione che oltre a rendervi più efficienti sul lavoro potrebbe essere l’asso nella manica da giocare quando vi trovate in situazioni che in apparenza non hanno una semplice via di uscita: vi siete persi durante una gita all’aria aperta o tra le vie di una città ? Basta chiedere al vostro dispositivo di indicarvi la strada per tornare a casa o in albergo e il gioco è fatto. Almeno in apparenza. 

di Michele Braga

ICON_EDICOLAQualunque sia il vostro obiettivo, la prima riflessione generale da fare riguarda ciò che il dispositivo che intendete acquistare deve essere in grado di svolgere. Un tablet potrebbe non essere la scelta migliore, o al contrario potrebbe essere un compromesso ottimo o buono se avete una necessità  estrema di mobilità .

Dopo aver acquistato il vostro gioiello elettronico, una volta aperta la confezione vi siete accorti ben presto che serve molto di più del solo tablet per ottenere il risultato che avevate in mente. Il tablet è uno degli oggetti più di moda da qualche tempo, ma in alcuni settori ha rappresentato una vera svolta in ambito lavorativo e non solo. Secondo tutti i principali istituti di ricerca il sorpasso dei tablet nei confronti dei notebook in termini di quote di mercato è già  avvenuto. Le previsioni per il 2015 indicano un dominio assoluto anche nei confronti dell’offerta aggregata – portatili e desktop – dei personal computer. Il settore consumer contribuisce da tempo e in modo preponderante a questa tendenza, ma non bisogna commettere l’errore di sottovalutare il crescente fenomeno Byod (Bring Your Own Device) anche in ambito lavorativo con le aziende e gli uffici sempre più propensi nel favorire l’utilizzo di terminali personali all’interno di infrastrutture un tempo precluse a qualunque interazione con strumenti informatici non controllati. (…)

Estratto dell’articolo di 12 pagine pubblicato su PC Professionale di luglio 2014

Nessun Articolo da visualizzare