Acer: ecco perché Gianfranco Lanci si è dimesso

Giovedì scorso il comunicato stampa ufficiale delle dimissioni di Gianfranco Lanci, CEO e Presidente di Acer Inc. A distanza di due giorni emergono le prime indiscrezioni sulle reali divergenze che hanno portato al divorzio tra l’italiano e l’azienda taiwanese.

Gianfranco Lanci, Presidente di Acer dal 2005 e CEO dal 2008, ha rassegnato le dimissioni con effetto immediato lo scorso giovedì. Il comunicato stampa, diffuso dal colosso taiwanese, parlava di una sua “differente visione sullo sviluppo futuro dell’azienda rispetto agli alti membri del consiglio d’amministrazione“.

J.T. Wang, Chairman di Acer, ricoprirà  ad interim il ruolo di CEO and President, mentre Walter Deppeler diventa Acer EMEA President, altra carica di Gianfranco Lanci.

Tu Che-min, Chief Financial Officer di Acer, rivela in un’intervista che i contrasti tra Lanci e il CdA riguardano in effetti una “differente visione sullo sviluppo dell’azienda” : Lanci voleva continuare sulla strada dei notebook trasformando Acer nel primo produttore a livello mondiale, mentre il consiglio d’amministrazione voleva sterzare verso il mobile focalizzando il core business su smartphone e tablet.

A questo punto non è più un segreto che i futuri concorrenti di Acer non saranno più Dell e HP, quanto piuttosto Apple e HTC. Il fatturato di Apple deve aver influito non poco sulla decisione di quale strada intraprendere: Acer ha chiuso il bilancio del 2010 con un margine di profitto di appena il 2,3 per cento contro il 21,5 % di Cupertino.

Nessun Articolo da visualizzare