addio internet explorer 2022

Addio a Internet Explorer, la fine del brower nel 2022

Microsoft ha annunciato che chiuderà per sempre Internet Explorer, che sarà ritirato in favore del più recente browser Edge da giugno 2022

Dopo più di 25 anni, Microsoft ha deciso di chiudere per sempre Internet Explorer. Il pionieristico browser web, che negli anni è passato da servizio più utilizzato a dimenticato dai consumatori, vedrà la sua fine in favore di Microsoft Edge il 15 giugno 2022, ha annunciato la società mercoledì 19 maggio.

“Stiamo annunciando che il futuro di Internet Explorer su Windows 10 è su Microsoft Edge. L’applicazione desktop Internet Explorer 11 verrà ritirata. Inoltre non sarà più supportata dal 15 giugno 2022 per alcune versioni di Windows 10 “. Questo ha dichiarato in una nota Sean Lyndersay di Microsoft.

Tutte le versioni consumer interromperanno il supporto del browser, mentre il Long-Term Servicing Channel (LTSC) di Windows 10 includerà ancora Internet Explorer nel 2022. Microsoft non ha specificato, ma è probabile che da giugno 2022, o poco dopo, Internet Explorer non figurerà più nel pacchetto Windows.

Microsoft ha terminato il supporto per Internet Explorer 11 per l’app Microsoft Teams nel 2020. Inoltre, il browser non sarà più supportato per i servizi online di Microsoft come Office 365, OneDrive, Outlook e altri a partire dal 17 agosto 2021. Quindi l’accesso ai servizi di Microsoft 365 saranno bloccati entro il 2021.

Microsoft Edge è apparso per la prima volta nel 2015 e da allora la società ha incoraggiato le aziende a smettere di utilizzare il Explorer in favore del nuovo arrivato. Infatti l’alternativa per la maggior parte delle società che ancora utilizzano Internet Explorer sarà Microsoft Edge con la modalità IE realizzata qualche anno fa. Questa infatti consente l’utilizzo dei siti web più datati, che sfruttano ancora controlli ActiveX, tramite il nuovo browser basato su Chromium.

Sono anni che i consumatori più navigati si riferiscono ad altri browser come Chrome, Mozilla, Safari su iOS e più di recente Edge. Già da tempo infatti Internet Explorer non soddisfaceva più le necessità degli utenti in termini di resa e rapidità.

Nessun Articolo da visualizzare