Google Assistant

Google Assistant supporta le app di terze parti

Google Assistant può essere utilizzato anche per controllare le app di terze parti, mentre l'app Trascrizione automatica può riconoscere diversi suoni e rumori.

L’azienda di Mountain View ha annunciato interessanti novità per alcuni servizi, tra cui il controllo delle app di terze parti con Google Assistant. Sono inoltre disponibili la notifica dei suoni nell’app Trascrizione automatica, la condivisione dello schermo in Google Duo e il blocco delle chiamate spam nell’app Telefono.

L’assistente personale può essere sfruttato al meglio con le app Google, ma ora è possibile usare i comandi vocali anche per aprire le app di terze parti e per cercare specifici contenuti nell’app stessa. Inoltre gli utenti possono chiedere a Google Assistant di eseguire le operazioni più frequenti, come avviare la riproduzione musicale, pubblicare sui social media e ordinare cibo. La funzionalità è inizialmente disponibile solo in inglese per le app più popolari.

La seconda importante novità riguarda l’app Trascrizione automatica (Live Transcribe). Google ha aggiunto la funzionalità Sound Notification che permette alle persone con problemi uditivi di essere avvisati tramite notifica push, flash della fotocamera o vibrazione dello smartphone.

La tecnologia utilizza l’intelligenza artificiale per riconoscere 10 tipi di suoni o rumori: allarme, sirena, urla, pianto di bambini, campanello, bussata, cane che abbaia, segnale acustico degli elettrodomestici, acqua che scorre e squillo del telefono fisso. Una timeline mostra l’ora e la durata dell’evento.

Per Google Duo è invece disponibile la funzionalità che consente di condividere lo schermo durante una videochiamata. Il blocco delle chiamate spam con l’app Telefono è ora accessibile per molti smartphone con almeno Android 9 Pie (inizialmente era un’esclusiva dei Pixel).

Action Block, l’app sviluppata per gli utenti con disabilità cognitive, può essere usata anche per comunicare tramite brevi frasi. L’ultima versione supporta anche l’italiano.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.