notifica facebook fake news titoli condivisione

App

Facebook contro chi condivide una notizia leggendo solo il titolo

Martina Pedretti | 11 Maggio 2021

Facebook lancia una nuova notifica per avvisare l’utente del fatto che sta condividendo un articolo senza averlo prima aperto

Facebook ha intenzione di accertarsi che i suoi utenti abbiano letto gli articoli prima di condividerli. Infatti il social media sta testando una novità volta a disincentivare chi tenta di postare una particolare notizia avendone letto solo il titolo, e senza averla effettivamente aperta.

Per appurare che chi condivide determinate news su Facebook abbia a tutti gli effetti aperto l’articolo, il social sta testando un particolare sistema di notifica. L’azienda su Twitter ha annunciato che inizierà a testare un pop-up che chiede agli utenti se sono sicuri di voler condividere un articolo che non hanno aperto. Questo avviso suggerirà agli utenti di leggere l’articolo, ma non li fermerà dallo scegliere di continuare a condividerlo se lo desiderano. Un portavoce di Facebook ha affermato che il test sarà distribuito al 6% degli utenti Android in tutto il mondo. Non è chiaro come Facebook selezionerà chi riceverà la funzione nel primo periodo.

Questa funzione è simile a quella che Twitter ha iniziato a testare nel giugno 2020. Facebook afferma che questa notifica ha lo scopo di aiutare le persone a essere più informate sugli articoli che condividono. Inoltre sembra trattarsi di un tentativo di combattere la diffusione della disinformazione con cui la piattaforma ha lottato in passato.

Come avverte il messaggio, non aprire l’articolo può portare a non conoscere elementi chiave della faccenda, dato che i titoli che spesso non raccontano l’intera storia. La battaglia contro le fake news continua per Facebook, che vuole tutelare non solo i suoi utenti, ma anche sé stesso. Ecco un’immagine che spiega come si mostra questa notifica di Facebook:

facebook notifica titoli articoli
Come appare il pop up di Facebook

Nel pop-up si legge: “Stai per condividere questo articolo senza averlo aperto“. Il social quindi invita l’utente a leggere l’articolo che sta tentando di condividere, dissuadendolo dal farlo senza aver approfondito la questione.

aggiornamento messenger chat crittografate novitò

App

Arriva un aggiornamento delle chat crittografate di Messenger

Martina Pedretti | 24 Gennaio 2023

messenger

Zuckerberg ha annunciato l’arrivo di un aggiornamento per le chat crittografate end-to-end di Messenger: tra le novità emoji, temi e reazioni

Le chat crittografate di Messenger si aggiornano con tante novità

Meta ha introdotto delle novità pe le chat crittografate end-to-end di Messenger. Il nuovo aggiornamento infatti include l’arrivo di esclusivi temi, emoji personalizzate, reazioni, la foto profilo in un gruppo.

Per chi non lo sapesse, queste chat su Messenger nascondono il proprio contenuto online da terze parti, e anche dallo stesso Facebook. Proprio in questo giorni è approdato un nuovo aggiornamento, che prevede la massima personalizzazione delle chat.

Mark Zuckerberg ha annunciato su Facebook l’arrivo di queste nuove funzionalità Messenger sulle chat crittografate end-to-end. 

Da ora gli utenti possono utilizzare tutte le emoji disponibili, modificando anche il tema delle chat e inserendo reazioni ai messaggi in arrivo. Inoltre saranno visualizzabili le icone di stato come Status attivo e le anteprime dei collegamenti. Gli utenti potranno poi modificare a piacimento la foto profilo di un gruppo per le diverse chat.

Poi, chi usa Messenger su Android, potrà usare la funzione “bolle”. Questa permette di accedere rapidamente alle conversazioni attive quando si è impegnati su altre applicazioni.

Le chat crittografate end-to-end di Messenger sono in fase di test da agosto. Sono sempre più gli utenti coinvolti nel progetto, dato che l’obiettivo di Meta è quello di rendere predefinito proprio questo tipo di chat, già nel 2023.

whatsapp salvare messaggi effimeri conservare

App

Su WhatsApp si potranno salvare i messaggi effimeri

Martina Pedretti | 10 Gennaio 2023

WhatsApp

WhatsApp permetterà agli utenti di salvare i messaggi effimeri, contrassegnandoli con un’icona a segnalibro

WhatsApp permetterà di contrassegnare e salvare i messaggi effimeri

WhatsApp è al lavoro su una funzione che permetterà agli utenti di salvare i messaggi effimeri sull’app. Ma come è possibile?

WABetaInfo ha individuato questa novità, svelando che il servizio di messaggistica è al lavoro per migliorare l’esperienza sull’app di tutti gli utenti. Questa volta per farlo è deciso a migliorare la funzione dei messaggi effimeri.

Infatti WhatsApp in futuro offrirà agli utenti la possibilità di salvare e conservare i messaggi effimeri, anche dopo la loro scadenza prestabilita. In questo modo li si potrà continuare a vedere, non senza una determinata differenza rispetto a quelli normali.

Cosa sono i messaggi effimeri? Questa funzione permette di farle sparire un messaggio dopo un determinato periodo di tempo da alcune chat.

Secondo WABetaInfo, WhatsApp dovrebbe denominare la novità “Messaggi conservati“. Utilizzandola si potrà salvare i messaggi effimeri anche dopo la loro scadenza. Con la nuova funzione, i messaggi salvati saranno contrassegnati da una icona a segnalibro per distinguerli da tutti gli altri. Ecco come:

whatsapp salvare messaggi effimeri
L’icona che contrassegna i messaggi effimeri salvati su WhatsApp

Come spesso accade si tratta di una funzione WhatsApp in fase di sviluppo. Non sappiamo dirvi se e quando sarà disponibile su tutti i dispositivi iOS e Android.

TikTok censura alcuni contenuti ai minori

App

TikTok censura alcuni contenuti ai minori

Andrea Sanna | 5 Gennaio 2023

TikTok

Stando a quanto emerso pare che alcuni dei contenuti presenti sulla piattaforma di TikTok saranno censurati ai minori

Con i vari aggiornamenti TikTok sta cercando di ottimizzare al meglio l’applicazione e limitare, ove possibile, diversi tipi di contenuti ai minori presenti sulla piattaforma. Una scelta che va sicuramente a tutelare e mettere in sicurezza l’ampio pubblico giovanile presente sul noto social network.

A darne l’annuncio è stata la stessa applicazione di TikTok in un post sul proprio blog. Il sito ha fatto sapere di aver lanciato una nuova versione del “modello di analisi borderline”. Si tratta di un metodo di cui usufruisce l’azienda per identificare nel migliore dei modi i “contenuti sessualmente espliciti, allusivi o borderline”.

Si tratta quindi di riuscire in qualche modo a individuare tutti quei video che violano le linee guida del social network. E che, in qualche modo, non sono granché adatti ai minori di 18 anni d’età. Pensate che in base a quanto riportato dallo stesso TikTok il modello in questione avrebbe già avuto effetti immediati. Si legge che pare aver impedito agli adolescenti che navigano di “visualizzare più di un milione di video sessualmente suggestivi negli ultimi 30 giorni”.

Oltre a questa importante nota informativa, sempre TikTok ha fatto sapere di aver siglato una partnership. Un accordo con StopNCII.org. Per chi non lo sapesse si tratta di uno strumento online che sostiene le vittime di abusi di immagini intime condivise senza consenso. Lo abbiamo già sentito menzionare perché anche Meta ha deciso di adottare lo stesso identico metodo.

Il team di TikTok ha fatto sapere che questa collaborazione fornirà un miglior supporto alle vittime, ma non solo. Perché grazie a questa partnership aiuterà anche a impedire che i contenuti identificati vengano pubblicati sulla piattaforma:

“Il nostro obiettivo è sempre stato quello di garantire che la community, in particolare gli adolescenti, vivano un’esperienza sicura, positiva e gioiosa quando usano TikTok”. Scelta saggia dell’app!

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.