Google Docs, Sheets e Slides

Google Docs, Sheets e Slides, novità in mobilità

Google Documenti, Fogli e Presentazioni per Android e iOS includono nuove funzionalità che semplificano la visualizzazione dei contenuti e la collaborazione.

L’azienda di Mountain View ha annunciato una serie di novità per le versioni Android e iOS di Google Documenti, Fogli e Presentazioni. Le funzionalità, riservate agli utenti mobile della G Suite, semplificano la visualizzazione dei contenuti, la creazione e la collaborazione. L’aggiornamento delle tre app può essere scaricato dagli store di Apple e Google.

La prima novità è la modalità Buio (Dark Mode) che permette di lavorare in presenza di scarsa illuminazione senza affaticare gli occhi e di ridurre il consumo della batteria. In Google Presentazioni (Slides) è stato introdotta una nuova modalità di visualizzazione con uno stream di slide a scorrimento verticale. Google Documenti (Docs) supporta invece le anteprime dei link. Quando l’utente tocca un link viene aperta una card con varie informazioni (titolo, descrizione e miniatura), senza lasciare l’app.

La funzionalità Smart Compose, che sfrutta l’intelligenza artificiale per velocizzare la scrittura e ridurre la possibilità di errori grammaticali, è ora disponibile sulla versione mobile di Google Documenti. Arriva anche sulle app mobile di Google Documenti, Presentazioni e Fogli (Sheets) la funzionalità che semplifica la modifica dei documenti, l’aggiunta di commenti e la collaborazione sui file di Microsoft Office (che non devono essere più convertiti).

Le ultime due novità riguardano i commenti. È stata migliorata l’interfaccia nelle tre app in modo da semplificare la collaborazione tra colleghi di lavoro. Invece di ricevere una email per ogni notifica quando l’utente viene menzionato nei commenti di Google Documenti, Fogli e Presentazioni, ora viene mostrato un thread di commenti in Gmail che consente di rispondere direttamente all’interno del messaggio.

Il rilascio delle funzionalità non avverrà contemporaneamente su Android e iOS, ma tutte saranno disponibili entro fine anno.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.