Google Lens OCR

Google Lens riconosce il testo scritto a mano

L’ultimo aggiornamento della app Lens include funzionalità OCR potenzialmente molto utili, un modo (dice Google) di migliorare la produttività mentre gli utenti sono bloccati in casa dalla quarantena.

Da funzionalità AR aggiuntiva per Google Foto, Lens si è in questi anni guadagnata una propria indipendenza offrendo un sistema di ricerca e approfondimento contestuali per smartphone Android e iPhone. Ora Google ha aggiornato la app introducendo alcune novità basate sul riconoscimento ottico dei caratteri (OCR) scritti a mano e non solo.

L’obiettivo è quello di rendere Lens un tool ancora più produttivo anche in tempi di quarantena contro il COVID-19, ha spiegato Google, integrandovi prima di tutto la capacità di riconoscere e copiare il testo degli appunti manuali tramite OCR. Tali appunti possono poi essere salvati sul PC o su uno dei dispositivi con cui abbiamo fatto il login di Chrome.

Sempre grazie all’OCR, Lens permette altresì di imparare nuove parole in lingua straniera (spagnolo, cinese e più di altri 100 idiomi dice Google): basta puntare la fotocamera dello smartphone, attendere il riconoscimento del testo e usare Lens per ascoltare al pronuncia di una parola o una frase evidenziata.

Le nuove opzioni OCR di Lens sono in via di implementazione nella versione più recente di Lens disponibile per Android, mentre gli utenti di iPhone dovranno attendere ancora un po’ per l’update della versione iOS della app.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Ha avuto il suo incontro fatale con la tecnologia negli anni '80, prima con i giochi arcade e poi con l'Intellivision di Mattel, e da allora la passione è andata solo aumentando. Quando non passa il proprio tempo a consumare notizie sull'attualità informatica ama leggere (su carta), scrivere, fotografare e collezionare vecchi libri sui sistemi operativi obsoleti.