Fortnite

Fortnite, accesso senza Apple ID dall’11 settembre (update)

Gli utenti devono aggiornare email e password dell'account Epic, in quanto l'accesso tramite Apple ID verrà bloccato a partire dal prossimo 11 settembre.

Epic Games ha comunicato che, a partire dal prossimo 11 settembre, Apple non consentirà più di effettuare il login tramite la funzionalità “Sign in with Apple” (Accedi con Apple). La novità non riguarda solo Fortnite, ma anche lo store e il portale riservato agli sviluppatori.

La funzionalità Sign in with Apple semplifica l’accesso alle app e ai siti web, in quanto gli utenti possono utilizzare il loro Apple ID, evitando l’inserimento di username e password. Questa modalità di login è diventata obbligatoria un anno fa, quando l’azienda di Cupertino ha aggiornato le linee guida di App Store. Gli sviluppatori che usano servizi di login social o di terze parti (Facebook, Google, Twitter e altri) devono anche offrire l’opzione Accedi con Apple.

La software house invita gli utenti ad aggiornare al più presto email e password dell’account Epic, seguendo le istruzioni pubblicate sul sito ufficiale. È necessario accedere con Apple ID alla sezione riservata alle impostazioni generali e inserire l’indirizzo email. Sempre con Apple ID è necessario anche accedere alla pagina che consente di impostare una password. Se queste modifiche non verranno effettuate entro l’11 settembre, l’utente non potrà più accedere con Apple ID e dovrà contattare direttamente il supporto di Epic.

Questa è l’ennesima conseguenza dello scontro in atto tra le due aziende. Apple ha rimosso Fortnite da App Store perché Epic ha violato le condizioni contrattuali, inserendo un metodo di pagamento diretto che evita la commissione del 30%. Epic ha depositato un’ingiunzione preliminare per chiedere il ripristino del gioco sullo store. Apple ha chiesto il risarcimento dei danni alla software house.

Aggiornamento dell’11 settembre: Epic ha comunicato che Apple non disattiverà più la modalità di accesso.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.