Fortnite

Epic vs Apple, lo scontro legale continua

Epic ha presentato un'ingiunzione preliminare contro Apple per chiedere il ripristino di Fortnite per iOS su App Store, dopo la rimozione avvenuta il 13 agosto.

Dopo aver ottenuto una vittoria parziale mediante l’ordine restrittivo temporaneo, Epic Games ha depositato un’ingiunzione preliminare contro Apple per chiedere il ripristino di Fortnite su App Store. La prima udienza è stata fissata per il prossimo 28 settembre, ma si tratta solo del primo atto di uno scontro legale destinato a durare a lungo (almeno sei mesi).

Nella corposa documentazione (182 pagine) si possono leggere tutti i passi della vicenda che ha avuto origine il 13 agosto, quando Epic ha deciso di offrire un metodo di pagamento diretto all’interno di Fortnite per iOS. Essendo vietato dalle regole di App Store (non viene pagata la commissione del 30%), Apple ha rimosso il gioco dal suo negozio digitale e successivamente minacciato di chiudere tutti gli account della software house.

Grazie all’ordine restrittivo temporaneo, Epic ha conservato l’accesso all’account che viene utilizzato per la gestione di Unreal Engine, ma quello che permette di rilasciare gli aggiornamenti di Fortnite è stato eliminato da Apple, insieme a tutti i giochi pubblicati sullo store.

La giudice Yvonne Gonzalez Rogers aveva chiesto ad Epic di dimostrare i possibili danni derivanti da una situazione creata dalla stessa software house (il mancato rispetto del contratto con Apple). Nell’ingiunzione preliminare viene specificato che il numero di utenti è diminuito del 60% da quando il gioco è stato rimosso da App Store (da fine agosto ci sono in pratica due giochi separati). Ciò ha causato una perdita di fiducia e danni irreparabili alla sua reputazione.

L’obiettivo di Epic è poter dare una scelta agli utenti e agli sviluppatori, impossibile da avere oggi perché Apple ha il monopolio della distribuzione delle app (non è possibile scaricarle da fonti alternative, come su Google). Questo è il comunicato pubblicato sul sito ufficiale nella pagina “Free Fortnite”:

Apple è un monopolista e opporsi a loro è un passo necessario per liberare consumatori e sviluppatori dalle restrizioni illegali che Apple ha imposto alla distribuzione delle app e all’elaborazione dei pagamenti in-app su iOS. Per troppo tempo, gli sviluppatori non si sono pronunciati perché temono le ritorsioni di Apple. Le recenti azioni dell’azienda mostrano che se sfidi il monopolio di Apple, Apple tenterà di distruggere la tua attività. Ci impegniamo a far sentire la nostra voce e garantire a tutti un accesso competitivo e a costi inferiori.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.