iOS

Pdf (e altro) a piena potenza con GoodReader per iPad

Redazione | 28 Ottobre 2011

Un lettore di testi tuttofare per l’iPad, con funzioni avanzate per la visualizzazione dei Pdf e il caricamento dei file […]

Un lettore di testi tuttofare per l’iPad, con funzioni avanzate per la visualizzazione dei Pdf e il caricamento dei file anche tramite Wi-Fi.

Anteprima di Daniele Marino

Articolo tratto da PC Professionale 246 di settembre 2011

La visualizzazione di file e documenti è uno degli utilizzi principali di un tablet. Tutti gli utenti di iPad conoscono iBooks, il visualizzatore offerto da Apple, che può aprire senza problemi anche i file Pdf. Per chi desidera un viewer più versatile esistono però varie alternative. Ad esempio l’ottimo ed economico GoodReader, che abbiamo citato nel recente articolo sulle app per iPad. Si tratta di un programma talmente interessante che abbiamo deciso di esaminarlo in maggiore profondità .

GoodReader è un viewer in grado di aprire file in molti formati, non solo Pdf: dai documenti di testo a quelli di Microsoft Office, pagine Html e all’occorrenza persino file grafici e multimediali. È disponibile anche per iPhone/iPod Touch, ma le due applicazioni sono a tutti gli effetti due programmi differenti e vanno acquistate separatamente.

La visualizzazione dei file prevede una serie di utili accorgimenti che migliorano l’esperienza di lettura. Ad esempio la regolazione della luminosità , da effettuare tramite una barra di scorrimento a scomparsa, le diverse modalità  di visualizzazione (singola pagina o pagine doppie, con o senza copertina, in modo da gestire qualunque tipo di pubblicazione in formato elettronico) o la possibilità  di nascondere alla vista i margini bianchi delle pagine per massimizzare lo spazio dedicato al testo sullo schermo. Quest’ultima operazione si compie attraverso un’apposita schermata, in cui l’utente può spostare con le dita le guide che faranno poi da “taglierina” virtuale (si possono applicare ritagli diversi per le pagine destre e sinistre, nel caso in cui i margini non siano identici). In alternativa è possibile ingrandire semplicemente il documento alla dimensione desiderata e poi toccare il pulsante “To current view” (ritaglia in base alla vista attuale). È da notare che, come per le altre impostazioni di lettura, il ritaglio delle pagine viene mantenuto di sessione in sessione, e non va reimpostato ad ogni successiva apertura del medesimo Pdf. Di default GoodReader utilizza un fattore di zoom tale da mostrare sempre una pagina intera; è però possibile, tramite le opzioni del programma, far sì che la visualizzazione si adatti alla sola larghezza del testo. Ciò permette di avere a video il testo alla sua dimensione massima, senza necessità  di far scorrere il documento in senso orizzontale.

GoodReader mette a disposizione vari strumenti per migliorare la leggibilità  dei documenti, dal reflow delle pagine all’eliminazione dei margini.

L’interfaccia di GoodReader è ricca di comandi ma assai discreta: nella modalità  standard di lettura, l’intero schermo è dedicato alla visualizzazione del testo, e per lanciare i comandi principali basta un tocco delle dita sulle aree opportune. Queste aree sono essenzialmente tre: quella centrale e le due laterali. Un tocco sulle zone laterali fa spostare il documento di una pagina, in avanti o all’indietro; effetto che si può ottenere, secondo i dettami di iOS, anche con lo scorrimento del dito a destra o a sinistra, indipendentemente dalla zona che si va a toccare. Il tocco sull’area centrale porta invece in evidenza gli altri elementi dell’interfaccia utente: linguette e pulsante di chiusura in alto, la toolbar per le annotazioni sulla destra e gli strumenti per la modificare la visualizzazione della pagina nella parte inferiore dello schermo. Il doppio tocco nell’area centrale porta invece allo zoom sul testo (così come la gesture con cui si allarga la pagina con le due dita). L’interfaccia a linguette è una delle ultime novità  introdotte: attivata per default, permette di spostarsi rapidamente tra i documenti aperti di recente o chiudere i quelli che non si intendono più consultare nell’immediato (in modo da risparmiare un po’ di memoria). Ne approfittiamo per sottolineare il buon supporto che good.iWare, la software house che produce questa app, fornisce ai propri utenti: GoodReader viene aggiornato di frequente, e gli update spesso non si limitano a correggere bug ma aggiungono novità  molto interessanti.

< Indietro Successivo >

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.