Zite, il furbo aggregatore di notizie

Assieme a Flipboard, Zite si spartisce il pubblico delle App per l’aggregazione delle news. Si tratta di App che creano “giornali personalizzati” con notizie aggiornate quotidianamente, offrendo a ciascun utente un magazine costituito da estratti dal Web reimpaginati, con la possibilità  di completarne la lettura. In particolare Zite (ora di proprietà  del network americano CNN) seleziona gli articoli sulla base delle preferenze del lettore. Queste preferenze vengono elaborate sulla base di due principali fattori. In primo luogo gli articoli che vengono effettivamente aperti e letti con l’App; in secondo luogo le informazioni estrapolate dagli account di Twitter, Google Reader, Delicious e Pocket dell’utente: l’App in particolare analizza gli argomenti più cliccati e i feed sottoscritti, proponendone poi di affini.

Sulla base di queste informazioni, Zite elabora un quotidiano unico per ciascun utente, rielaborando le notizie con un layout grafico molto pulito e ordinato strutturato a elenco se la lettura avviene su smartphone, a riquadri se ci si trova su tablet. Una volta selezionato il pezzo da leggere, quest’ultimo o è riportato nella sua interezza o viene aperto nella pagina Web del sito di origine tramite un browser interno. Per quanto riguarda la selezione delle notizie, Zite fa un ottimo lavoro nell’ azzeccare le proposte che possono interessare al lettore.

Tuttavia, a differenza di Flipboard, Zite ruota attorno a siti anglosassoni quindi è praticamente impossibile leggere dei contenuti in italiano: se per alcuni argomenti (per esempio tecnologia, viaggi, argomenti di respiro “internazionale”) questo è sicuramente un valore aggiunto, nel campo di attualità , notizie e informazioni nazionali, cultura, arte, letteratura e così via noi italiani rimaniamo a bocca asciutta, per non parlare del problema della lingua.

Zite

Gratuito per iOSclicca qui

Gratis per Android – clicca qui

Nessun Articolo da visualizzare