Perché non arriverà mai la funzione modifica su Twitter

Perché non arriverà mai la funzione modifica su Twitter

Gli utenti di Twitter da anni vorrebbero la funzione Modifica Tweet, ma questa probabilmente non arriverà mai: ecco spiegato il perché

Se siete dei fan di Twitter e vi piace passare il vostro tempo su questo social, sicuramente conoscerete il disagio di postare un tweet con un errore, e non poterlo modificare. Questo perché Twitter non offre la possibilità di modificare il proprio post, come invece accade su Facebook, Instagram e altri social. Per anni gli utenti hanno chiesto a gran voce l’aggiunta di questa funzione, ma esiste un motivo preciso perché Twitter non avrà mai l’opzione modifica.

Perché Twitter non ha un pulsante “Modifica Tweet“? Sicuramente ci sono molte ragioni per cui si potrebbe voler modificare un tweet. Ad esempio, si potrebbe aver scritto qualcosa di imbarazzante in momenti particolari, o aver postato accidentalmente un tweet invece di inviare un DM. O forse la propria opinione è semplicemente cambiata e si vuole modificare quanto scritto in passato. Potrebbe anche essere che si è fatto un semplice errore di battitura nel proprio tweet, che non è in linea con gli standard personali. Tuttavia, non importa quale sia la ragione, non c’è ancora un modo per modificare un tweet. Inoltre il CEO di Twitter ha dichiarato che probabilmente non ci sarà mai. Vi spieghiamo il motivo per cui Twitter potrebbe non aggiungere mai una funzionalità così richiesta.

Numerosi utenti di Twitter hanno chiesto a gran voce il pulsante “Modifica Tweet” sin dall’inizio dell’esistenza del social. Senza ragionarci troppo, potrebbe sembrare una richiesta ragionevole, dato che la maggior parte delle persone twitta dai propri smartphone. Infatti le probabilità di scrivere qualcosa di sbagliato sono più alte. Quindi, quando i tweet contengono refusi o errori, gli utenti che li hanno pubblicati hanno solo due opzioni. Si può lasciarli così oppure eliminare l’originale e pubblicare una nuova versione, perdendo eventuali retweet, Mi piace e condivisioni. Inoltre, la semplice eliminazione del tweet non sempre può annullare il danno. Questo infatti può venire screenshottato e non sempre si potrà spiegare cosa si intendeva quando lo si ha pubblicato.

Se da un lato si pensa che aggiungere una funzionalità che consente di modificare i tweet sarebbe interessante, ci sono anche validi motivi che spiegano il perché probabilmente non arriverà mai. Ad esempio, la possibilità di modificare ciò che si ha scritto potrebbe rovinare la natura del “flusso di coscienza” di Twitter. Spesso la parte più goliardica del social si evolve proprio da ciò che si ha twittato accidentalmente. Questa è stata anche la ragione principale citata dal CEO di Twitter Jack Dorsey, che ha affermato di voler preservare l’atmosfera iniziale del social.

Inoltre, avere un pulsante “Modifica Tweet” consentirebbe alle persone di modificare ciò che avevano pubblicato in precedenza e quindi affermare di non aver mai fatto una simile dichiarazione in primo luogo. E poiché Twitter è popolato da innumerevoli politici e altri personaggi pubblici, permettere di farlo potrebbe portare a pericolose conseguenze, dove non tutti sono ritenuti responsabili delle cose che pubblicano. Molti utenti potrebbero retwittare un tweet che parla di gattini, ma magari poi chi lo ha pubblicato potrebbe decidere di modificarlo e trasformarlo in un elogio al nazismo. Tutti quelli che lo hanno ricondiviso si troverebbero quindi a sembrare complici di una simile atrocità.

Quindi forse è una buona cosa che Twitter non abbia il pulsante “Modifica Tweet”, poiché incoraggia le persone a dare un’altra occhiata a ciò che stanno postando prima di twittarlo. Se sapere che non esiste un modo per modificare non impedisce di pubblicare un tweet errato, si potrà solo eliminarlo o tenerlo sull’account con eventuali errori.

PCProfessionale © riproduzione riservata.

Nessun Articolo da visualizzare