twitter disinformazione covid-19 vaccini etichette

Twitter etichetta i tweet con disinformazione sui vaccini COVID-19

Il social Twitter ha deciso di iniziare a etichettare i tweet contenenti disinformazione e fake news sui vaccini anti COVID-19

Twitter ha introdotto diverse funzioni contro la disinformazione e le fake news. Ora, il social ha annunciato delle nuove etichette per i tweet che contengono disinformazione sui vaccini COVID-19. Inoltre Twitter avvierà anche un nuovo sistema di strike per avvertire gli utenti che creano tali contenuti.

Secondo il blog di Twitter, un team applicherà le etichette, determinando se un tweet viola le regole sui contenuti COVID-19, inclusi i vaccini. Poi Twitter utilizzerà la revisione automatica per controllare questi tweet. Questi controlli avverranno grazie alla tecnologia di apprendimento automatico.

Se Twitter determina che un tweet contiene informazioni errate o fake news sui vaccini COVID-19, apparirà un’etichetta specifica. Questa fornirà collegamenti utili delle autorità sanitarie con informazioni affidabili sui vaccini. Gli utenti inoltre non potranno condividere i tweet etichettati come fuorvianti sul social network. La frase reciterà: “Questo tweet è fuorviante. Scopri perché le ufficiali autorità sanitarie considerano i vaccini contro il COVID-19 sicuri per la maggior parte delle persone”.

Quali tweet sono considerati disinformazione

Esistono cinque diverse categorie di informazioni errate sul COVID-19 secondo Twitter.

  • Informazioni errate sulla natura del virus.
  • Informazioni errate sull’efficacia di trattamenti e delle misure preventive.
  • Disinformazione su regolamenti, restrizioni ed esenzioni in associazione con avvisi sanitari.
  • Disinformazione sulla diffusione del virus e sul rischio di infezione o morte.
  • Affiliazioni fuorvianti (ad esempio, affermare di essere un medico o un funzionario della sanità pubblica).

La funzione è ora in arrivo per i tweet in lingua inglese e presto sarà estesa anche ad altre lingue. Twitter sta anche introducendo un nuovo sistema di strike che punirà, o “istruirà”, come afferma l’azienda, gli utenti che creano e condividono contenuti di disinformazione sul social network.

Dopo aver ricevuto due avvertimenti, l’account dell’utente verrà bloccato per 12 ore. Con tre avvertimenti, l’account verrà bloccato per altre 12 ore. Quattro strike comportano un blocco di sette giorni, mentre cinque strike risultano con il ban permanente da Twitter. Queste nuove etichette saranno visibili sia sull’app che sulla versione desktop di Twitter.

PCProfessionale © riproduzione riservata.

Nessun Articolo da visualizzare