Twitter

Twitter Fleets, debutto problematico

A causa di un bug (successivamente risolto) era possibile accedere ai Fleet conservati sui server di Twitter (fino a 30 giorni), anche dopo la scadenza delle 24 ore.

Twitter Fleets sono i messaggi effimeri del social network guidato da Jack Dorsey. La funzionalità, introdotta la scorsa settimana, ha avuto un debutto abbastanza problematico, in quanto il rollout iniziale ha subito uno stop momentaneo. Inoltre, a causa di un bug, i Fleet erano ancora accessibili dopo 24 ore. Questo e altri inconvenienti minori sono stati successivamente risolti.

Twitter ha comunicato che la funzionalità è disponibile globalmente su Android e iOS a partire dal 20 novembre. I Fleet sono tweet con testo, foto, video, GIF, link e reazioni che scompaiono dopo 24 ore, come le Storie di Snapchat e Instagram. Gli utenti possono rispondere con un messaggio diretto all’autore, ma non possono utilizzare Retweet e Mi piace.

I Fleet non vengono più mostrati dopo 24 ore, ma rimangono sui server fino a 30 giorni per consentire a Twitter di verificare il rispetto delle regole in caso di segnalazioni e successive contestazioni. A causa di un bug, gli sviluppatori potevano ancora accedere alla URL del Fleet e quindi visualizzarlo nel browser. Twitter ha prontamente rilasciato un fix per risolvere il problema.

I messaggi effimeri possono essere visti solo dagli utenti che hanno effettuato il login, ma gli sviluppatori possono utilizzare specifiche API per lo “scraping” dei metadati. L’azienda californiana ritiene che ciò non rappresenti un problema di sicurezza o privacy, in quanto i Fleet sono pubblici.

Il terzo e ultimo problema è relativo all’etichetta “Visto da“. In alcuni casi l’autore del Fleet non vede l’elenco completo degli utenti che hanno visto il messaggio. Twitter spiega che questa è una scelta intenzionale per evitare la visualizzazione di un elenco troppo lungo. Verrà tuttavia cercata una soluzione migliore.

Nessun Articolo da visualizzare